1° Maggio. Cgil, Cisl e UIl di Cesena chiedono che il tema della festa sia la sicurezza sul lavoro

Lunedì 30 Aprile 2018 - Cesena

In provincia gli incidenti mortali sono aumentati da 11 a 17 negli ultimi cinque anni

Cgil, Cisl e Uil di Cesena chiedono che al centro della Festa del 1° maggio vi sia il tema della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro e chiedono l’attenzione delle Istituzioni, delle imprese, dei lavoratori e dei cittadini perché non si può accettare di ammalarsi o di morire per lavoro. I sindacati ricordano che negli ultimi cinque anni (2012 – 2017) in provincia di Forlì-Cesena gli incidenti mortali sono aumentati da 11 a 17 , posizionandola al terzo posto in regione dopo Modena (24) e Bologna (20) che però hanno una popolazione lavorativa maggiore.

 

I sindacati chiedono quindi l’assunzione di più ispettori del lavoro e più formazione, l’addestramento dei lavoratori sul posto di lavoro, l’inserimento delle attività routinarie tra quelle oggetto della valutazione dei rischi. Le iniziative del 1° maggio si terranno, come di consueto, in Piazza del Popolo: alle 7 partenza della 12° medio fondo ciclistico in collaborazione con UISP Cesena, alle 14,30 musica dell’orchestra Vincenzi, alle 16 intervento di Giorgio Graziani (segretario generale CISL Emilia-Romagna) a nome di Cgil, Cisl e UIl. Per tutta la giornata esposizione di moto d’epoca e dei tradizionali carri agricoli lungo Viale Mazzoni.