Aeroporto di Forlì. Anche l'Ugl chiede alla politica un sostegno compatto a questa realtà

Martedì 26 Giugno 2018
Filippo Lo Giudice, segretario Ugl di Forlì-Cesena-Rimini e Ravenna (foto d'archivio)

Il segretario Filippo Lo Giudice: "Importante volano per il rilancio turistico e commerciale, sia come opportunità di nuovi posti di lavoro e ammodernamento infrastrutturale della città"

"Abbiamo sempre sostenuto il rilancio del Ridolfi e dunque riteniamo sia una buona notizia per la nostra citta'". Anche l'Ugl di Forlì-Cesena-Rimini e Ravenna saluta positivamente il via libera dell'Enac al gruppo di imprese private romagnole che ha partecipato al bando di gara per l'affidamento della concessione dello scalo forlivese. Per il quale ora si attende il completamento dell'iter di certificazione, che "dovrebbe aprire la strada all'entrata in funzione vera e propria dello scalo di via Seganti".

Il sindacato, commenta il neo segretario Filippo Lo Giudice, confida nella "serieta' dei manager di importanti realta' imprenditoriali del nostro territorio che hanno creduto nel rilancio dell'aeroporto, investito capitali e presentato un progetto industriale". E chiede pertanto alla politica e agli amministratori di "sostenere compatti questa realta' importante per la nostra citta', sia come volano per il rilancio turistico e commerciale, sia come opportunita' di nuovi posti di lavoro e ammodernamento infrastrutturale di Forli'".

Dopo la "brutta esperienza" del fallimento della Seaf e della revoca della concessione ad Air Romagna dell'americano Robert Halcombe, conclude Lo Giudice, "siamo pronti a dialogare con la nuova proprieta', che vanta ben altre solide radici, quando saranno maturi i tempi per l'insediamento gestionale con servizi e operatori, ben sapendo che lo scalo potra' essere un'opportunita' di occupazione per tanti giovani e lavoratori specializzati".