Bando cultura. La Regione finanzia 23 progetti in Provincia di Forlì-Cesena con 307mila euro

Lunedì 30 Luglio 2018 - Cesena, Mercato Saraceno
Il SIFest è tra i progetti finanziati

La consigliera regionale Lia Montalti (PD): “Progetti che testimoniano la vitalità culturale e la creatività del nostro territorio”

Dalla cultura popolare all’arte contemporanea, dalle iniziative per sostenere i giovani talenti a quelle per la diffusione della cultura della legalità e della cittadinanza responsabile. La Regione Emilia-Romagna sostiene con 3 milioni e 124 mila euro ben 274 progetti di soggetti pubblici e privati.
“Nella Provincia di Forlì-Cesena sono stati finanziati 23 progetti – commenta positivamente Lia Montalti, consigliera regionale PD – con risorse per oltre 300mila euro".

Di questi 23 progetti, "10 sono stati proposti da associazioni del territorio - aggiunge la Montalti - e finanziati con 63mila euro, 12 da Comuni e Unioni, finanziati con 234mila euro e uno dalla Fondazione Museo interreligioso di Bertinoro, finanziato con 10mila euro”. È quanto emerge dalla graduatoria del bando regionale a sostegno di progetti e iniziative di promozione culturale, in attuazione della legge regionale 37 del 1994.

Tra i progetti finanziati, ricordiamo il Festival di fotografia “SiFest” del Comune di Savignano sul Rubicone con 40 mila euro; il Progetto “La Bellezza delle Parole” del Comune di Cesena con 15 mila euro; Percorsi sonori del Comune di Sogliano al Rubicone con 20 mila euro; Percorsi culturali del Rubicone del Comune di San Mauro Pascoli con 15 mila euro; il Progetto “Borghi allegri” del Comune di Gatteo con 12 mila euro; il Progetto “Borgo sonoro” del Comune di Roncofreddo con 10 mila euro; il Progetto “Ribalta marea” del Comune di Cesenatico con 7 mila euro; il Progetto “Palazzo Dolcini: non solo teatro” del Comune di Mercato Saraceno con 7 mila euro.

“L’ampia risposta progettuale da parte di associazioni e Comuni del territorio è un segno di grande vitalità - conclude la Consigliera Montalti - e creatività, fattori necessari allo sviluppo dell’intero territorio regionale . Questi fondi rappresentano un’importante opportunità e soprattutto il riconoscimento da parte della Regione delle grandi potenzialità che come territorio possiamo esprimere”.