Bilancio 2018. Approvati i progetti definitivi di 58 interventi proposti dai cesenati

Sabato 3 Novembre 2018 - Cesena

Mentre è ancora aperta la fase di raccolta delle proposte per definire i progetti partecipati da inserire nel bilancio 2019, comincia il percorso di realizzazione di 28 dei progetti scaturiti dall’edizione di Carta Bianca dello scorso anno. Nei giorni scorsi, la Giunta comunale ha approvato i progetti definitivi di due pacchetti di intervento - uno relativo all’arredo urbano, l’altro all’illuminazione pubblica – per un importo complessivo di 770mila euro. 

“Con l’approvazione di queste due delibere – ricordano il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore ai Lavori Pubblici Maura Miserocchi – si apre la fase di concretizzazione per la metà dei 56 progetti inseriti nel bilancio 2018 su indicazione dei cittadini che, secondo la formula ormai ben consolidata e che stiamo portando avanti anche quest’anno, prima li hanno proposti e poi li hanno votati.

In questo modo, l’impegno preso lo scorso anno si traduce in pratica, così come era successo nelle edizioni precedenti di Carta Bianca, in gran parte già realizzate. Per un caso fortuito, questo avviene nel momento in cui stiamo raccogliendo le proposte per il 2019, a conferma del ‘patto’ suggellato con i cesenati per rendere insieme la nostra città più ordinata, gradevole, sicura, attraverso un percorso di ascolto e partecipazione che sta dando frutti importanti”.

Molto vario il quadro delle opere approvate sul fronte dell’arredo urbano, per un ammontare di 350mila euro . Nell’elenco compaiono alcuni lavori di sistemazione, compresa l’installazione di nuovi arredi, nel parco di Serravalle; la riqualificazione della piazzetta Coop di via Cervese, con l’installazione di giochi; la predisposizione delle opere edili e la successiva posa di una casetta con servizi igienici nell’area ortiva del quartiere Cesuola; l’installazione di attrezzature ludiche ed arredi per la riqualificazione del piazzale Conad in via Marino Moretti a Case Finali; la manutenzione del monumento e dei bagni pubblici nella piazza del Libro di San Carlo; la collocazione di un gioco ‘inclusivo’ (cioè accessibile anche ai bambini con disabilità) nel parco Cesuola; l’installazione di giochi nel parco di via Amato; la predisposizione di un’area fitness nel parco Ippodromo e di un percorso ginnico nel parco di via Pironi a Gattolino. Per quanto riguarda la pubblica illuminazione, sulla base delle proposte presentate dai cittadini, si metterà mano a 14 impianti, per un totale di 85 nuovi punti luce, distribuiti in varie parti della città e delle frazioni.

Nel dettaglio, nel quartiere Al Mare arriveranno 2 nuovi punti luce in via Capannaguzzo all’incrocio con via Vetreto e 7 punti luce in via Assano. Nel quartiere Borello sono previsti 8 punti luce a Borgo delle Rose; nel quartiere Cervese Nord 2 punti luce nel parco Maganza di Bagnile; nel Cervese Sud 4 punti luce nel parco Iqbal; nel quartiere Cesuola 2 punti luce presso l’area cani del parco Cesuola; nel quartiere Dismano 3 punti luce in via Torino, all’incrocio con via Larga. Nel quartiere Oltresavio arriveranno 5 nuovi punti luce presso l’area cani del parco Ippodromo; 4 nell’area verde di via Ventimiglia e altrettanti nel parco di via Amato di Diegaro. Nel quartiere Ravennate 21 punti luce lungo la via Cerchia di San Martino. Nel quartiere Rubicone è previsto un impianto con 9 punti luce in via Castello di Carpineta. Infine, nel quartiere Valle Savio si interverrà con 7 punti luce lungo la via San Carlo e con altrettanti lungo la via Tessello. Per la realizzazione di tutti questi impianti si seguiranno i criteri di massimo contenimento energetico, prevedendo, fra l’altro, il ricorso alla tecnologia Led e il controllo dell’attenuazione di potenza nelle ore notturne.