Bollino rosa. Avviato il percorso per estenderlo anche ai Comuni dell’Unione Rubicone e Mare

Lunedì 17 Settembre 2018 - Gatteo, Sogliano al Rubicone
Foto di repertorio

resto le future mamme potranno sostare in deroga nei parcheggi di 15 Comuni

La mobilità delle donne in gravidanza presto potrà contare su nuovi alleati: nella giornata del 12 settembre la Giunta dell’Unione Valle Savio ha approvato lo schema di convenzione fra l’Unione dei Comuni della Valle del Savio e l’Unione Rubicone e Mare, per estendere l’utilizzo del “Bollino Rosa”, in condizioni di reciprocità, all’interno dei territorio dei Comuni aderenti alle due Unioni. Ora i singoli Comuni aderenti all’Unione Valle Savio dovranno assumere analoga deliberazione nelle relative Giunte Comunali, e autorizzare contestualmente il Presidente dell’Unione Valle Savio alla sottoscrizione definitiva della Convenzione con l’Unione dei Comuni Rubicone e Mare.


Stesso percorso dovrà essere fatto nei Comuni dell’Unione presieduta da Filippo Giovannini. Una volta sottoscritta la convenzione, tutte le future mamme dei Comuni dell’Unione Valle Savio potranno utilizzare il loro ‘bollino rosa’ anche nei 9 Comuni dell’Unione Rubicone e Mare (Borghi, Cesenatico, Gambettola, Gatteo, Longiano, Roncofreddo, San Mauro Pascoli, Savignano sul Rubicone, Sogliano al Rubicone), e viceversa. In questo modo le gestanti potranno sostare sia in deroga al disco orario, sia in deroga al pagamento in tutti i posti auto regolati nei 15 Comuni che compongono l’Unione Valle Savio e l’Unione Rubicone e Mare.

“Siamo molto soddisfatti del percorso avviato per estendere la validità del ‘bollino rosa’ ai 9 Comuni dell’Unione Rubicone e Mare – commentano il Sindaco di Cesena e Presidente dell’Unione Valle Savio Paolo Lucchi e il Vicepresidente dell’Unione Valle Savio Marco Baccini –, convinti che rappresenti un ottimo esempio di territorio al servizio delle persone, una delle caratteristiche fondanti dell’Unione. Una volta firmata la convenzione, infatti, tutte le donne in gravidanza dei 15 Comuni del cesenate potranno spostarsi in maniera più comoda e veloce. In questo modo è stato dunque fatto un ulteriore passo avanti per la mobilità delle donne in gravidanza: i risultati raggiunti si basano sull’esperienza virtuosa del Comune di Cesena, che introdusse il contrassegno già nel 2010, e ad oggi ne ha rilasciati 3750, e dell’Unione Valle Savio, che ha adottato la misura nel 2017”.

Nel dettaglio, il “bollino rosa” viene rilasciato dal Comune di residenza e ha validità di nove mesi dalla data del rilascio. Il contrassegno da esporre sull’auto è uguale in formato e grafica per tutti i Comuni aderenti all’iniziativa, si ricorda che possono richiederlo solo le donne in stato di gravidanza, attestato da relativo certificato medico. La Polizia Municipale dei singoli Comuni si riserva il diritto di effettuare controlli sul corretto utilizzo dei contrassegni e, in caso di usi impropri, potrà infliggere contravvenzioni o, addirittura, procedere al ritiro del tagliando.