Celebrazioni. Museo Renzi e delegazione di Laguna: un'amicizia nel nome di Anita Garibaldi

Lunedì 30 Luglio 2018 - Sogliano al Rubicone
Le due delegazioni all'interno della Sala Polivalente del Museo Renzi

I brasiliani hanno visitato numerosi luoghi simbolo della Romagna dove ebbe luogo la memorabile Trafila

I Comuni di Borghi e Sogliano hanno ospitato nel week end appena trascorso la Delegazione brasiliana di Laguna (Stato di Santa Catarina), luogo di nascita di Anita Garibaldi. Hanno avuto luogo alcuni eventi organizzati dal Museo Renzi con la collaborazione dell'Istituto Tecnico “Garibaldi-Da Vinci” di Cesena e del Museo della Linea Christa: una video-poesia di Maria Gabriella Conti a cura di Stefano Caranti, spettacoli di folklore con l'esibizione delle “Guardiane di Anita” dirette da Ivete Scopete, e lettura scenica “Le devote di Garibaldi” di Lelia Serra accompagnata dallo strumentista Stefano Delvecchio.

Si sono avute pure dialoghi e testimonianze che hanno portato anche a situazioni e momenti toccanti, alla presenza di Annita Garibaldi Jallet, Presidente dell'A.N.V.G., nonché discendente diretta di Giuseppe e Anita Garibaldi. Vi sono stati anche momenti di raccoglimento con un largo seguito di Associazioni garibaldine (A.N.V.R.G., Arma di cavalleria, UNUCI ed altri corpi militari), ma anche intensi momenti di grande collaborazione che hanno visto un gemellaggio tra i Comuni italiani e brasiliani sostenitori del progetto Una Rosa per Anita del Direttore Andrea Antonioli con la collaborazione del suo staff composto dal prof. Alessandro Ricci, dal dott. Cav. Giampaolo Grilli, dall'architetto Giovanni Paolo Tesei, Maria Gabriella Conti, Stefano Caranti e l'interprete Luciana Silveira.
Sono stati pure improntati rapporti di collaborazione culturale e turistica tra i Comuni italiani e brasiliani.

Dopo una visita presso le amministrazioni comunali di Borghi e Sogliano, lo staff del Museo Renzi ha accompagnato la Delegazione brasiliana di Laguna composta dal Prefetto Mauro Vargas Candemil, dal Segretario al Turismo Evandro Flora, dal Presidente dell'Istituto Culturale “Anita Garibaldi” Adilcio Cadorin e da dieci Guardiane di Anita più gli addetti stampa brasiliani, a visitare la zona collinare orientale della Romagna dove ebbe luogo la memorabile Trafila, a Sogliano con il Sindaco Quintino Sabattini, il vicesindaco Dante Orlandi e il Direttore della Linea Christa Michele Benvenuti; a San Giovanni in Galilea con la vicesindaca Marina Tosi e il Presidente Nevio Magnani, quindi al castello di Verucchio, ospiti della sindaca Stefania Sabba e la giornata si è conclusa a San Marino, dove la Delegazione brasiliana, Annita garibaldi Jallet e lo staff del Museo Renzi guidato dal Direttore Andrea Antonioli sono state ricevute da una rappresentanza della Repubblica del Titano ed hanno assistito a una ricostruzione storica.

EVENTI FUTURI A partire dal 2019 la rosa “Anita Garibaldi” verrà messa a dimora nei parchi e nei giardini di tutti gli altri Comuni, accompagnata da un cartoncino recante il logo e il motto “In signum rosae Anita fidelis”, ma anche in qualsiasi luogo pubblico o privato del mondo, unitamente a una targa commemorativa col medesimo motto e coi loghi degli enti patrocinanti e dei Comuni di volta in volta interessati. Le piante di rosa “Anita Garibaldi” potranno essere richieste previa prenotazione, al Museo e Biblioteca Renzi di Borghi o all’Istituto Tecnico “Garibaldi-Da Vinci” di Cesena.

FASI O STEP PRINCIPALI
4 agosto 2017: è stato pubblicato un volume dal titolo “Una rosa per Anita. Il tributo della Romagna ad Anita Garibaldi” ed è stata messa a dimora la rosa “Anita Garibaldi” con relativa targa in località Mandriole, luogo in cui è avvenuta la morte dell’eroina il 4 agosto 1849.

Dal 2019 verrà messa a dimora la rosa “Anita Garibaldi” con relativa targa nei parchi e giardini nei Comuni della Trafila, al Gianicolo (Roma) luogo di sepoltura dell'eroina e nei parchi e nei giardini dei Comuni d’Italia e di altri paesi che ne facciano richiesta;

30 agosto 2021: celebrazione del 200° anniversario della nascita di Anita Garibaldi, con eventi e cerimonie che rievocheranno i momenti della Trafila garibaldina in Romagna. Installazione di pannelli informativi in tutti i Comuni aderenti al progetto e censimento delle epigrafi, dei monumenti e di tutti i luoghi che hanno visto il passaggio del Generale Garibaldi e di Anita nelle terre e nei Comuni della Trafila.