Cia-Conad. Avviato il cantiere per la nuova sede di Forlì in via Campo dei Fiori

Lunedì 24 Settembre 2018
Prima pietra posata al cantiere CIA-Conad

Sono partiti i lavori per il nuovo quartier generale di Forlì di Commercianti Indipendenti Associati, cooperativa del sistema nazionale Conad che organizza una rete di oltre 200 punti vendita in Romagna, Marche, Friuli Venezia Giulia e Veneto. La prima pietra è stata posata lunedì 24 settembre nel cantiere di via Campo dei Fiori, alla presenza di Maurizio Pelliconi e Luca Panzavolta, presidente e amministratore delegato di CIA-CONAD, dell’assessore all’Urbanistica del Comune di Forlì, Francesca Gardini, oltre che dell’architetto Filippo Tisselli dello studio Tisselli che ha realizzato il progetto insieme allo studio Bissoni-Villa.


L’investimento complessivo è di circa 30 milioni di euro e comporta la costruzione della nuova palazzina uffici, diecimila metri quadrati di superficie all’avanguardia dal punto di vista energetico e delle soluzioni tecnologiche, e l’ampliamento di ventimila metri quadri dei magazzini. Il nuovo centro direzionale sarà dotato di un sistema di riscaldamento e raffreddamento a soffitto, tra i primi a essere installati in Italia, mentre l’esterno della struttura sarà ricoperto da lamelle frangisole al fine di ridurre la necessità di climatizzazione. Otto i piani del fabbricato di vetro e acciaio, di cui uno interrato. La palazzina, alta 32 metri e lunga 100 metri, è conformata su due ali asimmetriche, in modo da migliorare la fruibilità degli spazi interni. L’edificio sorgerà nello spazio adiacente all’attuale sede di via dei Mercanti e sarà raggiungibile anche dalla via Navicella. Il complesso sarà dotato di 200 posti auto, di cui metà coperti da un giardino pensile. Il cantiere è reso possibile da una convenzione con il Comune, che prevede la costruzione di opere pubbliche per oltre quattro milioni di euro, in particolare la rotatoria fra le vie Ravegnana e Martoni, il prolungamento di via Campo dei Fiori e l’allargamento di via Navicella. A ciò si aggiungono 854mila euro per parcheggi e compensazioni, con la piantumazione di 13mila metri quadrati di verde pubblico in un’area vicina al parco urbano e la realizzazione di alcune piste ciclabili.

La consegna dei magazzini avverrà nel primo semestre del 2019, mentre gli uffici saranno consegnati nel primo trimestre 2020. "Questa nuova sede - commenta l’amministratore delegato, Luca Panzavolta – rappresenta per noi una pietra miliare in quasi sessant’anni di vita. Il nucleo originario di CIA nacque infatti a Forlì il 23 settembre del 1959 e inizialmente i dieci soci si riunivano in un ufficio in centro, in via Giove Tonante 4; dai magazzini di quel tempo di 50 metri quadrati, in via Mellini e poi in via Regnoli che bastavano appena a stoccare salumi, scatolame e damigiane d’olio, si passò negli anni Settanta alla sede di via Aldrovandi, per arrivare tra 1979 e 1980 all’attuale via dei Mercanti. Oggi gettiamo le basi di una nuova struttura che rappresenta un investimento importante sul territorio e che testimonia una crescita che ci ha portato a essere presenti e sempre più radicati anche fuori dai confini romagnoli, senza mai perdere il legame con il luogo in cui siamo nati".

CIA-CONAD ha registrato nel 2017 oltre 1,5 miliardi di vendite alle casse. Nel complesso gli occupati del sistema (negozi, Cooperativa e società) sono oltre 6.800, mentre la superficie di vendita dei negozi supera i 165 mila metri quadri. Negli uffici e nei magazzini centrali di Pieveacquedotto la cooperativa impiega attualmente oltre 300 persone. Tra Forlì e comprensorio i negozi sono una trentina, di cui due terzi nel territorio comunale, e danno lavoro a oltre 800 persone tra soci e addetti. Se a queste si aggiungono le 300 che lavorano nella sede forlivese, si superano le 1.100 unità.