Ciclismo / Fratture a costole e clavicola destra per Manuel Belletti dopo la caduta in Argentina

Mercoledì 31 Gennaio 2018 - Gatteo
Manuel Belletti, 32 anni, tornato in questa stagione a difendere i colori della Androni Sidermec

"Per il dolore mi sono sottoposti a nuovi accertamenti una volta rientrato in Italia", spiega il 32enne di Sant'Angelo di Gatteo, costretto a rimanere fermo almeno 10 giorni prima di risalire in sella

Ha lasciato più di uno strascico, contrariamente a quanto inizialmente emerso, la caduta di Manuel Belletti in Argentina. Il corridore di Sant'Angelo di Gatteo, infatti, rientrato in Italia già domenica dopo l'incidente nel corso della quarta tappa della Vuelta a San Juan, si è sottoposto ad ulteriori esami clinici che hanno evidenziato piccole fratture costali e alla clavicola destra. 

"Dai primi esami in Argentina sembrava tutto a posto e soprattutto che non ci fossero fratture - racconta il 32enne atleta tornato in questa stagione a difendere i colori della Androni Sidermec - Il dolore continuo però non mi lasciava tranquillo e soprattutto in grado di pedalare. Appena ho provato a mettermi sui rulli ho sentito dolori fortissimi al petto, tanto da dover smettere di pedalare subito".

D'accordo con il dottor Vicini, medico di Androni Sidermec, Manuel Belletti, nelle giornate di martedì e lunedì si è sottoposto a nuovi accertamenti. "Purtroppo i medici hanno riscontrato una piccola frattura alla clavicola destra, ma soprattutto alla quinta e alla seconda costola. Sono quelle a darmi i problemi piu' evidenti di respirazione", spiega. 

Belletti, che in Argentina era partito benissimo con un buon quinto posto nella prima volata della stagione, sarà dunque costretto a restare completamente fermo per una decina di giorni, prima di poter risalire in bicicletta. Salta dunque la sua prevista partecipazione alla Oro y Paz, breve gara a tappe in Colombia di inizio febbraio. Il possibile rientro potrebbe avvenire prima di fine mese in Francia.