Coldiretti. Le ricette della tradizione contadina nelle scuole della provincia di Forlì-Cesena

Mercoledì 3 Aprile 2019

Prima iniziativa didattica dedicata al ‘Cibo Giusto 4.0’ alla scuola dell’infanzia ‘Acquerello’ di Forlimpopoli

Dal campo alla tavola passando per i banchi di scuola. Le ricette della tradizione contadina, preservate dall’attività degli agrichef di Campagna Amica – veri e propri custodi delle tradizioni gastronomiche del territorio – arrivano dentro le scuole materne ed elementari della provincia di Forlì-Cesena grazie al progetto didattico ‘Il cibo giusto 4.0’ promosso da Donne Impresa Coldiretti provinciale.


Il programma di ‘Educazione alla Campagna Amica’, volto a sensibilizzare gli studenti alla stagionalità delle produzioni, al consumo consapevole e alla salvaguardia della biodiversità racchiusa negli alimenti locali e quindi nelle ricette della tradizione – è partito ieri mattina dalla scuola dell’infanzia “Acquerello” di Forlimpopoli coinvolgendo tre sezioni didattiche per un totale di 66 bambini.

I piccoli alunni, grazie al coinvolgimento di Katia Sandri, agrichef dell’Agriturismo Campo Rosso di Civitella di Romagna e vicepresidente di Terranostra Forlì-Cesena e Rimini (l’associazione per l'agriturismo, l'ambiente e il territorio di Coldiretti) hanno letteralmente messo le mani in pasta realizzando la ricetta “Gnocchetti verdi alle erbe aromatiche”. Durante il lavoro in classe l’Agrichef – che aveva precedentemente reperito gli ingredienti necessari al nuovo Mercato di Campagna Amica di viale Bologna 75 (Forlì) - ha percorso insieme ai bambini le tappe per la preparazione degli gnocchi, raccontando – passo dopo passo – quanta biodiversità si racchiude in ogni singolo alimento e perché è importante avere un’alimentazione varia, che segua la stagionalità e che si basi sui prodotti del territorio.

“Attraverso la scelta del cibo quotidiano – spiega Katia Sandri - possiamo contribuire in modo determinante alla salvaguardia del patrimonio agroalimentare locale e quindi alla tutela del lavoro degli agricoltori e dell’ambiente”.

La ricetta è stata creata utilizzando le erbe spontanee della nostra zona: rosolacce, borragine, tarassaco, ortica, ma anche piante aromatiche quali rosmarino, salvia, melissa, con l’aggiunta di farine biologiche di grani antichi e ricotta, tutto rigorosamente a km0. Terminata l’attività in tutte le sezioni, i bambini hanno potuto assaggiare i loro gnocchi con gusto e soddisfazione.


“L'obiettivo di queste iniziative e dell’intero progetto di Educazione alla Campagna Amica – spiega Lisa Paganelli, responsabile provinciale di Donne Impresa Coldiretti – è far riscoprire il ruolo dell'agricoltura nella gestione della sana alimentazione, far conoscere alle giovani generazioni le tradizioni agricole e gastronomiche del territorio in cui essi vivono e, da ultimo, far capire ai bambini il lavoro dell’agricoltore e dell’agrichef, quindi di chi produce e di chi ‘trasforma’ il cibo”. Proprio l’attività condotta da Donne Impresa sarà domani, 4 aprile, al centro dell’incontro tra il comitato provinciale e la Responsabile regionale del Movimento, Luciana Pedroni in visita a Forlì.