Congiuntura economica della Vallata del Savio: un panorama a luci ed ombre

Giovedì 15 Marzo 2018 - Bagno di Romagna, Cesena, Mercato Saraceno, Montiano, Verghereto

L’analisi dell’ufficio studi CNA Forlì-Cesena, su dati forniti dalla Camera di Commercio della Romagna, evidenzia ancora difficoltà nell'attività imprenditoriale

Il saldo imprese nel periodo 2016/2017, depurato del comparto agricolo, evidenzia ancora difficoltà nell’attività imprenditoriale. “Negli ultimi dodici mesi si registra un -0,9% – spiega il presidente di CNA Cesena Val Savio Sandro Siboni –  e questa tendenza connota tutti i Comuni, senza distinzioni tra pianura e collina/montagna. Cesena perde lo 0,7%, mentre il picco lo troviamo a Montiano con un -4,5%, passando per Mercato S. (-1%), Verghereto (-1,2%). Bagno di Romagna (-2,2%) e Sarsina (-3,1%)".

"Il dato totale sugli addetti, invece, presenta un saldo positivo - aggiunge Siboni - dell’1,6% (pari a 665 unità), con l’eccezione di Mercato Saraceno (-0,9%) e Montiano (-0.6%)”.

“Analizzando i comparti più significativi emergono le seguenti evidenze: nei Servizi aumentano sia il numero delle imprese (+1,5%) – prosegue il responsabile di CNA Cesena Val Savio Piergiorgio Matassoni – sia quello degli addetti (+10,9%), confermando una tendenza già riscontrata in passato; calano invece le imprese nel Commercio (-2,5%), in controtendenza sugli ultimi anni, mentre crescono gli addetti (+2,1%); il comparto Manifatturiero non decolla e registra un calo delle imprese (-2,5%), confermando il numero degli occupati del 2016; nelle Costruzioni continua la perdita di imprese attive (-1,5%), anche se l’emorragia dell’ultimo triennio pare arrestarsi. La sensazione è confermata anche dai dati sull’occupazione, in crescita (+0,5%); il settore dell’Autotrasporto, infine, segna una contrazione sia per numero delle imprese (-4%) che per addetti (-6,7%) scontando alcune problematiche strutturali, ancora irrisolte”.


In merito ai singoli territori:
Bagno di Romagna, tutti i settori in contrazione (-2,2%), tranne il commercio. Crescono gli occupati (+1,3%), con un significativo incremento nei trasporti.
Cesena, calo generalizzato delle imprese (-0.7%), con eccezione dei servizi (+1,8% e +11,8% di occupati). In aumento trasversale gli occupati.
Mercato Saraceno, in contrazione sia il numero delle imprese (-1%), sia gli occupati (-0,9%).
Montiano, in calo imprese (-4,5%) e addetti (-0,6%). Autotrasporto e costruzioni aumentano il numero degli occupati.
Sarsina, diminuiscono le imprese (-3,1%) con picco nel commercio (-8%), mentre cresce il settore dei servizi (+2,1%). Aumentano gli addetti (+3,1%). Servizi in doppia cifra.
Verghereto, diminuisce il numero delle imprese (-1,2%), mentre aumenta il numero degli occupati, certificando il miglior dato del territorio dell’Unione.

“In sintesi nel 2017 non si è manifestata alcuna decisa virata – conclude Siboni – verso una ripresa solida; le imprese sono diminuite. L’occupazione, invece, aumenta; il dato è interessante perché pur se “aiutato” dalle agevolazioni alle assunzioni, nessuna impresa assume se non ne ha bisogno e questo è sintomo di fiducia, quanto meno nel breve periodo”.