Cronaca. Due arresti in flagranza di reato a Cesenatico

Giovedì 23 Agosto 2018 - Cesenatico

In manette un cinquantenne di Budrio per furti su autovetture e un trentottenne napoletano accusato di rapina impropria e spendita ed introduzione nello Stato di monete falsificate

Nel corso delle prime ore della nottata del 20 agosto a Cesenatico i militari della locale Stazione Carabinieri, unitamente a quelli dell’Aliquota Radiomobile, al termine degli accertamenti e nell’ambito dei servizi rafforzati di controllo del territorio, mirati a prevenire e reprimere soprattutto i reati contro il patrimonio, hanno proceduto all’arresto in flagranza di due persone.

A seguito di segnalazione ricevuta da cittadino circa la presenza di un individuo sospetto, dedito probabilmente a perpetrare furti su autovetture nella zona Ponente di Cesenatico, i militari della locale Stazione hanno attivato immediatamente un servizio, durante il quale sorprendevano in flagranza di reato un cinquantacinquenne italiano, residente a Budrio (BO), pluripregiudicato per rapine e furti. L’uomo, dopo essere stato localizzato e pedinato, veniva notato mentre forzava un’autovettura parcheggiata in apposita area pubblica interna al Parco di Ponente, introducendosi nell’abitacolo, laddove veniva bloccato e dichiarato in arresto. L’autovettura usata dall’uomo per spostarsi veniva posta sotto il vincolo del sequestro preventivo ai fini della confisca.

Il P.M. di turno presso la Procura di Forlì, dott.ssa Federica Messina, ne disponeva il trattenimento presso le camere di sicurezza di questo Comando in attesa del rito direttissimo, all’esito del quale, convalidato l’arresto, l’imputato ha chiesto i termini a difesa (udienza fissata al 24 settembre p.v.) ed è stato sottoposto alla misura cautelare del divieto di dimora nella Provincia di Forlì-Cesena.

Le indagini dei militari sono intanto continuate ed è stata accertata la responsabilità dell’uomo in ordine alla commissione, nel pomeriggio di domenica 19, di ulteriori due tentativi di furto su autovetture parcheggiate in viale Colombo e di uno riuscito, nel corso del quale asportava 10 kg di zucchero ai danni di una sessantanovenne cesenate.

I militari dell’Aliquota Radiomobile hanno proceduto all’arresto per rapina impropria e spendita e introduzione nello Stato di monete falsificate nei confronti di un trentottenne, residente a Napoli, pluripregiudicato per il medesimo reato, oltre che per evasione, furto e spaccio. L’uomo, alle ore 22.00 circa, in corso Garibaldi di Cesenatico, veniva sorpreso dopo aver pagato vari prodotti in negozi ivi ubicati mediante banconote false. Lo stesso, inoltre, allo scopo di guadagnarsi l’impunità e la fuga, procurava a trentaseienne, dipendente di un negozio, lesioni giudicate guaribili in 7 giorni.

La successiva perquisizione personale effettuata permetteva agli operanti di rinvenire, oltre a 4 banconote contraffatte da euro 100 ciascuna utilizzata per effettuare gli acquisti, una banconota da euro 50, due banconote da euro 20, cinque banconote da euro 10, una banconota da euro 5, una mezza banconota da euro 10 e monete per un totale di euro 4,10, il tutto sottoposto a sequestro. L’arrestato, come disposto dal P.M. di turno, è stato condotto presso la Casa Circondariale di Forlì, in attesa del giudizio di convalida, all’esito del quale, convalidato l’arresto, l’imputato ha chiesto i termini a difesa (udienza fissata al 28 settembre p.v.) ed è stato sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari in Napoli.