Cronaca.Fratelli arrestati per coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di Marijuana a Savignano

Giovedì 4 Ottobre 2018 - Savignano sul Rubicone

Nel corso della tarda serata del 27 settembre, i Carabinieri della stazione di Savignano sul Rubicone, hanno arrestato in flagranza di reato due fratelli italiani (rispettivamente di 29 e 27 anni, entrambi celibi e già censurati), residenti nel suddetto centro, per coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.


Nello specifico, i due ragazzi, sottoposti a perquisizione domiciliare da parte dei Carabinieri, sono stati trovati in possesso di otto piante di canapa indiana, “Marijuana”, dell’altezza di circa 190 cm, tutte interrate in vasi e di quattordici piante della medesima sostanza stupefacente già in fase di essiccamento e del peso di circa due kg. I Carabinieri hanno rinvenuto anche 250 grammi di foglie di “Marijuana” quasi già completamente essiccate.

Tutto il materiale rinvenuto è stato sottoposto al vincolo del sequestro ed preso in carico dal Reparto operante, in attesa dell’esecuzione dei necessari accertamenti qualitativi volti ad appurare la natura della sostanza sequestrata ed il principio attivo in essa contenuto. Gli arrestati, dopo le formalità di rito, sono stati sottoposti alla misura cautelare provvisoria degli arresti domiciliari disposta dal Sost. Proc. in turno presso la Procura della Repubblica di Forlì – Dott.ssa Lucia Spirito - e, all’esito del rito direttissimo che si è celebrato nella giornata del 28 Settembre, il Giudice del Tribunale di Forlì, convalidato l’arresto operato, ha sottoposto i due fratelli alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla P.G. competente per territorio, in attesa dello svolgimento della prossima udienza, ancora da fissare.