Denunciate in stato di libertà quattro persone dai carabinieri fra Cesenatico e Longiano

Mercoledì 28 Febbraio 2018 - Cesenatico, Longiano
Prosegue il controllo del territorio da parte degli uomini dell'Arma dei Carabinieri (foto d'archivio)

Quattro persone sono state denunciate in stato di libertà per vari reati dai carabinieri del Comando Compagnia di Cesenatico nell’ambito del quotidiano controllo del proprio territorio di competenza, come informa un comunicato stampa dell'Arma. 

Nello specifico, militari dell'aliquota Radiomobile, al termine di accertamenti, deferivano in stato di libertà V.I., trentaseienne cittadina ucraina, domiciliata a Cervia, la quale, nella tarda serata del 15 febbraio, a un controllo in Largo Cappuccini a Cesenatico risultava sprovvista del permesso di soggiorno, poiché scaduto. La donna veniva deferita alla Procura della Repubblica di Forlì per la violazione dell’art. 10bis del d.lgs. nr. 286/1998. Medesimo reato veniva contestato a M.S., ventiduenne cittadino del Bangladesh, domiciliato a Cesenatico, il quale, controllato dagli stessi militari mentre si trovava in piazza Ugo Bassi, risultava anch’egli privo del permesso di soggiorno e pertanto deferito alla competente autorità giudiziaria. Per entrambi gli stranieri, d’intesa con il competente ufficio della Questura di Forlì–Cesena, venivano contestualmente avviate le previste procedure finalizzate all’espulsione dal territorio nazionale.

In data 20 febbraio poi carabinieri della stazione di Cesenatico accertavano che il cittadino senegalese D.M.L., ventiquattrenne in Italia senza fissa dimora, nonostante l’ordine del questore di Milano di lasciare il territorio nazionale, vi permaneva in stato di clandestinità. Pertanto veniva deferito per la violazione di cui all’art. 14 c. 5ter del d.lgs. 286/1998 e contestualmente, d’intesa con i competenti uffici della questura di Forlì – Cesena, venivano avviate le procedure volte all’espulsione.

Infine militari della stazione di Longiano sabato 24 febbraio, al termine dei necessari accertamenti, deferivano in stato di libertà per la violazione di cui all’art. 116 c. 15, al titolo “guida con patente revocata”, Z.G., cinquantacinquenne cesenate, che in data 11 febbraio veniva controllato alla guida del proprio furgone, nonostante non fosse in possesso della patente di guida, revocatagli da nove anni. Oltre al deferimento, si procedeva a sottoporre il veicolo a sequestro amministrativo finalizzato alla successiva confisca.