Edificio abusivo. Savignano s.R., scoperto immobile usato come 'dormitorio' da 8 persone

Giovedì 27 Dicembre 2018 - Savignano sul Rubicone

Immediata ordinanza di sgombero

Otto uomini che dormivano in giacigli di fortuna, tra rottami e immondizia, in un edificio senza finestre, energia elettrica e acqua corrente. E’ quanto hanno trovato a Savignano, all’alba di stamattina giovedì 27 dicembre, gli agenti della Polizia locale dell'Unione Rubicone e Mare che, insieme al sindaco Filippo Giovannini e all’assessore alla Sicurezza Natascia Bertozzi, sono intervenuti per un’ispezione in un edificio in periferia utilizzato come "dormitorio" da alcuni giovani senza fissa dimora.


L'ispezione è partita in seguito all'accertata trasformazione dell'immobile - che ha una destinazione artigianale - ad abitazione, eseguita senza le necessarie autorizzazioni: già nei mesi scorsi il Comune aveva emesso un'ingiunzione di demolizione delle opere abusive e ripristino, i cui termini sono scaduti già da alcune settimane.


Sul posto agenti e sindaco hanno così potuto rilevare che non solo non è stata in alcun modo rispettata l’ingiunzione, ma che l’utilizzo abusivo come “dormitorio” portava con sé altri rischi. All’interno infatti gli otto uomini dormivano in giacigli improvvisati e in pessime condizioni igieniche, in locali in cui erano accatastati rifiuti di vario genere e suppellettili fatiscenti, senza energia elettrica né acqua corrente, senza finestre e senza impianto di riscaldamento. Il poco calore all’interno era dovuto a una vecchia stufa a legna accesa, altamente pericolosa in quanto in funzione in locali privi di aerazione e vicina a cumuli di materiale potenzialmente infiammabile. La grave situazione di incuria e degrado ha perciò spinto il sindaco a firmare già in mattinata, per il vaglio della Prefettura, l’ordinanza per l’immediato sgombero dell’area .


“L’ispezione - spiega il sindaco Giovannini e l’assessore Bertozzi - ci ha dato conferma di una situazione intollerabile, che monitoravamo da vicino da mesi, sia negli uffici dal punto di vista delle autorizzazioni che sul posto, tramite le forze di polizia, per il viavai quotidiano in zona. A Savignano non possono esistere situazioni di degrado tali da creare allarme nell’intera comunità o rischi all’incolumità delle persone, un edificio inutilizzato non può diventare ricettacolo di incuria e pericolo né tantomeno teatro di potenziali crimini. Insieme a Prefettura e forze dell’ordine teniamo strettamente sotto sorveglianza ogni situazione a rischio, sta a tutti noi segnalare dove si annidano abbandono e incuria”.


Nel corso dell'ispezione, infine, è stato anche rinvenuto un piccolo quantitativo di sostanze stupefacenti: tre degli occupanti sono stati pertanto segnalati al Prefetto per il possesso di droga ad uso personale.