Enogastronomia. Gran Premio internazionale della Ristorazione 2019: tre premi nel Cesenate

Mercoledì 30 Gennaio 2019 - Cesena, Mercato Saraceno
Antonella e Alessandro Ramilli della Tenuta Il Plino di San Carlo di Cesena

Il riconoscimento d'eccellenza assegnato ogni anno (al Grand Hotel di Rimini) va alla Vineria del Popolo nella sezione ristoranti e Tenuta Casali e Tenuta il Plino tra le cantine

Ci sono ben tre attività cesenati tra i vincitori del Gran Premio internazionale della Ristorazione 2019, prestigioso riconoscimento dedicato alla cultura della tavola e dell’ospitalità patrocinato da International Maitres Association Hotel Restaurant, Federazione Italiana Settore Turismo,     Associazione italiana maestri di ristorazione e ospitalità e Agenzia Stampa ANIC Genova. Nella sezione cantine a brindare sono Tenuta Casali di Mercato Saraceno e Tenuta il Plino di San Carlo, mentre tra i locali è stata premiata la Vineria del Popolo di Cesena.  

Lunedì 28 gennaio, nella sala delle cerimonie del Grand Hotel di Rimini, sono stati presentati gli chef e i vignaioli selezionati dalla giuria del premio, guidata dal giornalista e critico enogastronomico Pier Antonio Bonvicini. A comporre la commissione d’onore del premio, tra gli importanti esperti del settore presenti, anche Enrico Derflingher, già chef della Casa Reale inglese e della Casa Bianca e oggi presidente Euro-Toques International, Paolo Teverini, precursore della cucina naturale fin dagli anni ’90, e lo chef e maestro pasticcere Rossano Boscolo, fondatore e rettore dell’Etoile Academy, primo campus di gastronomia in Italia.

 

Per quanto riguarda Tenuta Casali a conquistare la giuria è stata la produzione bianchista, in particolar modo “i livelli di eccellenza raggiunti con l’Albana di Romagna e il Famoso, un vitigno originario di Mercato Saraceno tornato protagonista in questa zona grazie a un lavoro di recupero che ha visto in prima fila questa cantina”. Albana di Romagna sugli scudi anche nel caso di Tenuta il Plino di cui è stata apprezzata “la capacità di dar vita a vini naturali longevi e straordinariamente complessi a partire da uve di prima qualità coltivate in piena armonia con la natura”.

 

Nella sezione ristoranti, a poco più di un anno dalla nascita, la Vineria del Popolo ha convinto con il suo format di “osteria quotidiana in cui poter riscoprire a ogni ora i sapori autentici della Romagna, selezionati in base ai requisiti di freschezza e stagionalità”.