Frana nel comune di Santa Sofia, cisterna di emergenza e nuova condotta per portare acqua a Cabelli

Martedì 20 Marzo 2018 - Bagno di Romagna, Verghereto
Foto di repertorio

La soluzione di emergenza Hera progettata da Hera prevede la posa di una nuova condotta con impianto di pompaggio

Lavori per tutto il weekend, una cisterna di emergenza e una nuova condotta per portare acqua agli abitanti di Cabelli, frazione di Santa Sofia, in provincia di Forlì-Cesena. Dopo la frana avvenuta tra venerdi' e sabato, che ha causato la rottura delle reti idriche - fa sapere Hera - i tecnici e gli operatori sono intervenuti gia' nella nottata di venerdi' per ridurre al minimo i disagi delle utenze interessate. I lavori sono proseguiti senza interruzione anche sabato e domenica e hanno portato alla realizzazione di interventi di collegamento-by pass e all'installazione di una cisterna provvisoria che, grazie a un servizio autobotti predisposto da Hera, alimenta le diverse utenze civili e alcuni allevamenti in Localita' Tirli. 

Gia' da sabato sera, comunque, il servizio era stato ripristinato in tutta la zona, aggiunge Hera.
Mentre la situazione continua ad essere monitorata dagli operatori Hera, pronti ad intervenire in caso di possibili ulteriori rotture e in attesa del ripristino definitivo della strada, Hera ha progettato una soluzione di emergenza che prevede la posa di una nuova condotta con impianto di pompaggio che, collegata al serbatoio di Tre Fonti Isola, spingera' l'acqua verso il serbatoio provvisorio in localita' Macie e alla rete per localita' Tirli.

Altre attivita' sull'impiantistica verranno realizzate in collaborazione con Romagna Acqua "per creare il minor disagio possibile ai residenti, gia' pesantemente colpiti dalla calamita'", conclude la multiutility.