Gambettola: denunciati in 3 per ricettazione, uno fugge e morde un carabiniere

Giovedì 28 Settembre 2017 - Gambettola

I militari hanno segnalato gli stessi uomini alla Prefettura di Forlì–Cesena per detenzione per uso personale di sostanza stupefacente

I Carabinieri di Gambettola hanno denunciato in stato di libertà tre persone per ricettazione, possesso ingiustificato di chiavi e grimaldelli e segnalato gli stessi alla Prefettura di Forlì–Cesena per detenzione per uso personale di sostanza stupefacente.

 

NEL DETTAGLIO

 

Alle ore 13.00 circa di lunedì 25 settembre, in via G. Masina di Gambettola, una pattuglia, insospettita dall’andatura dell’autovettura, procedeva al controllo della stessa, che risultava subito oggetto di furto denunciato il 15 settembre presso la Stazione di Savignano sul Rubicone. All’interno dell'autovettura c'erano: S.M., conducente, nato in Marocco, venticinquenne, già residente a Gambettola, di fatto senza fissa dimora, celibe, nullafacente e con numerosissimi precedenti per reati vari; M.O., tunisino, ventenne, incensurato, residente a Cesena e N.Y.R., nato in Bulgaria, ventenne, cittadino bulgaro, residente a Mercato Saraceno e con numerosi precedenti di polizia per reati vari.

 

All’atto del controllo S.M. si dava immediatamente alla fuga nei campi vicini facendo perdere le proprie tracce, nonostante gli sforzi profusi dai componenti della pattuglia, coadiuvati anche da un terzo militare intervenuto. L'uomo, per guadagnarsi la fuga, procurava lesioni personali ad uno dei militari, che ha ottenuto 20 giorni di prognosi per un trauma distorsivo, e mordeva ad un braccio un altro militare senza procurare ferite: è stato dunque denunciato anche per violenza e resistenza a un Pubblico Ufficiale.

 

A seguito di perquisizione veicolare si rinvenivano 5 cacciaviti di varia forma e lunghezza, 2 pinze di varia forma e lunghezza, 2 pinze a pappagallo di varia forma e lunghezza, una lima con impugnatura gialla, la somma contante di 1.405 euro più 7,80 euro spiccioli, un taglierino con impugnatura trasparente, un telefono cellulare, un involucro di carta stagnola termosaldato, un cilindretto in plastica contenente polvere bianca - verosimilmente bicarbonato di sodio - ed un pezzo di hashish del peso di 0.50 grammi. Il tutto è stato sottoposto a sequestro in quanto corpo dei reati di ricettazione di veicolo rubato, che è stato immediatamente restituito all’avente diritto.