I carabinieri di Cesenatico hanno incontrato 350 studenti per promuovere la cultura della legalità

Martedì 9 Maggio 2017 - Cesenatico, Roncofreddo, Savignano sul Rubicone, Sogliano al Rubicone
Foto d'archivio

Educazione stradale, guida sotto l’effetto dell’alcol, sostanze stupefacenti, dispersione scolastica, bullismo, stalking, pedopornografia, uso corretto di Internet, rispetto dei beni pubblici, violenza nelle competizioni sportive i temi affrontati in otto istituti scolastici

Educazione stradale, guida sotto l’effetto dell’alcol, sostanze stupefacenti, dispersione scolastica, bullismo, “stalking”, femminicidi, pedopornografia, uso corretto di Internet, rispetto dei beni pubblici, violenza durante le competizioni sportive e promozione del reclutamento dei Carabinieri effettivi. Sono questi i temi affrontati negli incontri che i carabinieri della compagnia di Cesenatico hanno tenuto nelle scuole del territorio per promuovere una valida “cultura della legalità”.

In particolare, come illustra un comunicato stampa, tenendo conto dell’ampio consenso e dell’interesse suscitati negli anni dalle iniziative didattiche effettuate da personale dell’Arma dei Carabinieri negli istituti scolastici pubblici quali contributi alla formazione della “Cultura della legalità” e in un più ampio obiettivo teso a diffondere la conoscenza dell’istituzione, il comandante, capitano Francesco Esposito, e il Sottotenente Matteo Alessandrelli, Comandante del Nucleo Operativo e Radiomobile, si sono recati in otto diversi istituti scolastici, coinvolgendo circa 350 studenti in totale, a partire dall’ultimo anno delle scuole primarie fino al biennio degli istituti superiori. 

Gli istituti coinvolti nell'iniziativa sono stati: l’Istituto Tecnico Commerciale “Giovanni Agnelli” di Cesenatico, l'Istituto d'Istruzione Superiore “Marie Curie” di Savignano sul Rubicone, la Scuola Media Statale “Dante Arfelli” di Cesenatico, la Scuola Primaria “Giovanni Pascoli” di Sogliano al Rubicone e di Bivio Montegelli, la Scuola Primaria “Guglielmo Marconi” di Borghi e la Scuola Primaria di via Comandini a Roncofreddo.

 

Nel corso degli incontri è stato proiettato il video istituzionale, che presenta compiti e peculiarità del servizio svolto dall’Arma, è stato valorizzato, inoltre, il tema dell’educazione ambientale, alla luce delle nuove competenze attribuite dal 1° gennaio scorso all’Arma dei Carabinieri, in passato del Corpo Forestale dello Stato, ed è stato lasciato ampio spazio ai quesiti posti dagli studenti, sempre molto attenti e interessati.