Forze dell'Ordine. Il Sindaco Lucchi: "Cesena è orgogliosa di avere ospitato la Festa della Polizia"

Mercoledì 11 Aprile 2018

Nella giornata di ieri, martedì 10 aprile, a Cesena si è svolta l'annuale Festa della Polizia di Stato nel 166esimo anniversario della Fondazione. Il Sindaco di Cesena Paolo Lucchi in una nota rivolge un ringraziamento alla Polizia. Di seguito il testo completo. "La nostra città si può dire orgogliosa di avere ospitato nell’Aula Magna della sua Biblioteca Malatestiana, l’annuale Festa della Polizia. C’è infatti un legame forte tra la nostra comunità e la Polizia di Stato, fatto di quotidianità ma anche di consapevolezza.

La quotidianità è quella che ci porta a dover ringraziare le donne e gli uomini della Polizia – ed in primis il Questore Bignardi ed il Dirigente del nostro Commissariato Di Munno - per un lavoro, spesso oscuro e non visibile, che però ci rende più protetti in un periodo nel quale tutti sappiamo come il tema della sicurezza, in tutte le sue accezioni, debba essere affrontato come precondizione del vivere civile che meritiamo.

"La consapevolezza ci deve ricordare - prosegue il Sindaco Lucchi - che i risultati che spesso diamo quasi per scontati, non lo sono in tutt’Italia e, nell’affermarlo, so che molti con la mente andranno alla perfetta gestione garantita dalla fondamentale presenza della Polizia ai nostri tanti eventi collettivi che si sono svolti sempre senza tensioni (a partire da quelli unici nella nostra memoria, come la visita di Papa Francesco il 1° ottobre scorso), o ai risultati investigativi più recenti e sintomatici (l’arresto dei responsabili delle rapine in 9 farmacie del nostro territorio e di buona parte di coloro che per mesi hanno colpito con 'spaccate' sin troppe attività commerciali). La giornata di Festa della Polizia serve per ricordarcelo ed anche per rammentare ad ognuno di noi come il nostro Paese abbia molte priorità ma, tra queste, certamente anche quella di migliorare le condizioni professionali e di vita delle donne e degli uomini delle Forze dell’Ordine".