Imprese. Genitori-Lavoro: il binomio dà opportunità in provincia di Forlì-Cesena

Mercoledì 20 Giugno 2018 - Cesena
Elena Babini e Michele Montalti, presidente e vice presidente del gruppo Giovani Confindustria di Forlì-Cesena

Il gruppo Giovani di Confindustria territoriale organizza un incontro mercoledì 27 giugno a Cesena in cui si dà la parola alle aziende

Genitori imprenditori e lavoratori, non solo si puo'. Diventare mamma o papa' porta con se' nuove competenze che possono essere applicate in azienda e sul posto di lavoro. Dall'aumento della capacita' organizzativa e di risoluzione dei conflitti, fino al problem solving e a una maggiore consapevolezza e responsabilita'. Certo, forse non se ne e' sempre consapevoli. Per questo il gruppo Giovani di Confindustria Forli'-Cesena ha deciso di dedicare al tema un incontro ad hoc, dove a parlare e a raccontare la loro esperienza saranno gli stessi imprenditori del territorio. L'appuntamento e' per mercoledi' 27 giugno alla sala Cacciaguerra del Credito cooperativo romagnolo a Cesena, con "Coniugare genitorialita' e imprenditoria e' possibile? Le storie di chi ci e' riuscito".

Come Pierluigi Alessandri di Technogym, Francesco Molari di Sacim, Costanza Zannoni di Viazoil, Loretta Carbonetti di Costa professional cooking equipment, Lara Caldiroli di Microsoft Italia. Con loro anche l'assessore all'Ambiente del Comune di Cesena, Francesca Lucchi, e la vicepresidente nazionale di Giovani Confindustria, Licia Angeli.

Sara' l'occasione anche per conoscere la piattaforma "Maam, maternity as a master", un progetto scientifico di apprendimento per valorizzare sul posto di lavoro le competenze che si acquisiscono naturalmente diventando genitori. Come spiega Raffaele Giaquinto alla stampa, i dipendenti accedono alla piattaforma digitale che li accompagna in tutte le loro fasi da genitore per fare crescere la "consapevolezza" di una serie di comportamenti quotidiani da riportare in azienda sotto forma di competenze. Fin qui a livello nazionale sono 3.500 i partecipanti per 35 aziende di tutti i settori. Chi partecipa dichiara un aumento delle competenze fino al 35% e uno su due ritorna al lavoro con maggiori energie, risorse e motivazione.

Di genitorialita' e imprenditorialita' ne sa di certo, da mamma, qualcosa Elena Babini, presidente del gruppo Giovani Confindustria di Forli'-Cesena. Il figlio, spiega, e' stato "fonte di ispirazione", per esempio per un progetto sul cyberbullismo che ha coinvolto 20.000 studenti. "Facile o difficile, si fa - sottolinea - i genitori sono eroi, fanno tante cose senza rendersene conto, sviluppando competenze".

Il gruppo, all'interno di una serie di eventi per "portare sul territorio le best practice", ha pensato a questo evento, aggiunge, per parlare delle capacita' che si acquistano diventando mamma e papa'. Come la pazienza, che "genera benefici in azienda". Papa' di una figlia e due gemelli, altro esempio e' il vicepresidente, Michele Montalti, diventato "esperto" in "risoluzione di conflitti". E ora si sente "un genitore in azienda". Anche se, ammette, "il binomio lavoro-famiglia non e' sempre facile da coniugare". Ma da genitori si sviluppa una "maggiore capacita' a relazionarsi". All'appuntamento del 27 giugno saranno presenti "aziende del territorio e tante personalita' di rilievo", per raccontare come ci sono riusciti.