In common sports. Con il progetto europeo, che sbarca a Cesena, non è uno sport per giovani

Giovedì 24 Maggio 2018 - Cesena
Tutti pronti per l'avvio dei lavori del meeting

Il progetto punta a promuovere stili di vita attivi tra gli Over 60. Ai progetti attivi in città stanno partecipando oltre 75 persone over 70

Palazzo Albornoz ospita in questi giorni il secondo meeting transnazionale del progetto europeo “In common sports”, finanziato nell’ambito del programma europeo Erasmus+ per promuovere stili di vita attivi tra gli over 60, avvicinandoli alla pratica sportiva. Il Comune di Cesena è partner del progetto, in collaborazione con la società Kimeya, cui è stata affidata la parte relativa ai servizi sportivi.

Alla riunione sono arrivati rappresentanti da tre diversi Paesi europei: dal Comune di Vila Nova de Cerveira (Portogallo), leader del progetto; dall'Istituto Politecnico di Viana de Castelo - IPVC-ESDL (Portogallo); dal Comune di Aksakovo (Bulgaria); dalla società Zöldpont Egyesület es Szerkesztöseg (Ungheria).
Ad accogliere gli ospiti stranieri nella Sala degli Specchi, sono stati gli Assessori alla Sostenibilità ambientale ed Europa Francesca Lucchi e alla Sport Christian Castorri. Il soggiorno cesenate dei rappresentanti europei si concluderà domani 25 maggio, e vede in scaletta tavoli di lavoro amministrativi, di pianificazione e di confronto sulle attività, una visita culturale alla Biblioteca Malatestiana ed altre study visits.

“In common sports” a Cesena Ad oggi partecipano alle attività cesenati di “In common sports” oltre 75 persone over 70 – un numero ben superiore rispetto a quanto richiesto dalla ricerca europea – che per due giorni a settimana si allenano al campo di atletica leggera. Seguiti in tutte le loro attività dagli istruttori di Kimeya, i partecipanti svolgono attività fisica adatta alle loro esigenze con l'obiettivo di migliorare il loro benessere psico-fisico. Il progetto vuole infatti analizzare l’incidenza del fattore motivazionale, associato ad una competizione sportiva, nel condurre esercizio fisico regolare nella popolazione anziana.
Le attività si concluderanno a settembre 2018, con una giornata di competizioni sportive intergenerazionali, concepita come test intermedio e finale dell’attività di ricerca e come momento di promozione sportiva.