Incarichi. Confesercenti Cesenate: 4 componenti eletti nella presidenza regionale Fiepet

Domenica 1 Luglio 2018 - Cesena
Il nuovo gruppo Fiepet

Si tratta di Silvia Bragagni, Pasquale Ambrogetti, Luciano Pistocchi e Gianpiero Giordani. “Necessario mettere mano alla concorrenza sleale che diverse realtà fanno alle piccole imprese del commercio e del turismo”

Si è svolta a Bologna l’Assemblea Elettiva regionale della Fiepet (la Federazione dei Pubblici Esercizi aderente alla Confesercenti). Ben 4 componenti della Fiepet-Confesercenti Cesenate sono stati eletti nell’organo direttivo della Presidenza regionale.

Si tratta di Silvia Bragagni, ristoratrice e presidente Fiepet-Confesercenti Cesenate; Pasquale Ambrogetti, ristoratore, presidente della Confesercenti di Bagno di Romagna e membro del Consiglio Direttivo Fiepet comprensoriale; Luciano Pistocchi, barista e membro dei Consigli Direttivi Confesercenti Cesena e Fiepet comprensoriale; Gianpiero Giordani, responsabile Fiepet-Confesercenti Cesenate.


Passaggio di testimone al vertice di Fiepet–Confesercenti E.R.: Massimo Zucchini (già presidente Confesercenti Bologna) guiderà l’associazione degli esercenti pubblici e turistici al posto di Andrea Cavallina, di Ferrara. Tema dell’assemblea Fiepet Emilia-Romagna la semplificazione amministrativa e burocratica e le condizioni per lo sviluppo del settore.

All’Assemblea Fiepet Emilia-Romagna, la Federazione Italiana Esercenti Pubblici e Turistici sono intervenuti, tra gli altri, Miranda Corradi, caposervizio per gli interventi economici del Comune di Mirandola, Angelo Spanò, responsabile Ambiente Confesercenti Cesenate e amministratore di Innova Scrl, Andrea Corsini, assessore al Turismo e al Commercio della Regione Emilia-Romagna.

La nuova Presidenza e i vertici di Fiepet E.R. dovranno far fronte a molti nodi irrisolti per lo sviluppo del settore dei pubblici esercizi. “Se non si affrontano seriamente i temi degli oneri derivanti dagli adempimenti amministrativi – ha affermato la nuova Presidenza regionale della Fiepet Confesercenti - e non si individuano le soluzioni e le risposte più efficaci per proseguire nei processi di semplificazione e rimuovere gli ostacoli che frenano l’attività economica e la competitività delle imprese, rischiamo di rimanere al palo per molti anni. Inoltre, è sempre più necessario mettere mano alla concorrenza sleale che diverse realtà imprenditoriali fanno alle piccole imprese del commercio e del turismo, soggette quest’ultime a controlli molto ferrei per quanto riguarda gli obblighi fiscali e sanitari, e la reintroduzione di strumenti veloci ed efficaci come i voucher, indispensabili nei momenti di maggiore attività in cui viene richiesta maggiore presenza di personale. Ricordiamo come questo settore sia di capitale importanza per la riqualificazione delle periferie e dei centri storici, per la lotta contro il degrado, attraverso la riappropriazione di spazi, attrattivi dal punto di vista turistico e presidio di sicurezza per gli abitanti”.