Individuata l'urna dietro la lapide di Malatesta Novello che fu signore di Cesena

Giovedì 8 Febbraio 2018 - Cesena
Le indagini alla Malatestiana

La conferma è arrivata dagli esami eseguiti sulla parete della Malatestiana con termografia, ultrasuoni e fibra ottica

Una prima conferma è arrivata: dietro la lapide in fondo dell’Aula del Nuti si trova effettivamente un’urna. Ad attestarlo sono state le indagini svolte sulla parete della Malatestiana, in preparazione dell’esumazione dei presunti resti del condottiero Domenico Malatesta Malatesti, detto Novello Malatesta (Brescia, 5 agosto 1418 - Cesena, 20 novembre 1465), prevista per la mattinata di sabato 10 febbraio.



Per i rilievi compiuti giovedì 8 febbraio si è ricorsi alla termografia, agli ultrasuoni e alla fibra ottica, attraverso piccoli fori eseguiti nel muro. Le indagini sono state eseguite dalla ditta Ahrcos, specializzata in questo tipo di interventi, sotto la sorveglianza dell’architetto Emilio Roberto Agostinelli, responsabile del Patrimonio Architettonico della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Ravenna, in rappresentanza della Soprintendenza per le province di Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini. Venerdì 9 febbraio proseguiranno i lavori preliminari: la ditta Ahrcos preparerà la lapide con una apposita cinturazione, per consentirne la rimozione che avverrà sabato mattina alla presenza di Agostinelli e della dottoressa Cinzia Cavallari, funzionaria archeologa della Soprintendenza responsabile del territorio di Cesena, oltre che del dottor Francesco Maria Galassi.