LA POSTA DEI LETTORI / Aggressione Vigili Urbani: caso inquietante per la tutela dei cittadini!

Mercoledì 8 Febbraio 2017 - Cesena

Ho seguito come consigliere comunale la vicenda accaduta a settembre del 2016 che devo dire apparve fin da subito particolarmente inquietante ma che oggi, alla luce degli sviluppi, pone in essere uno stato di profonda indignazione.

 

L’aggressore in questione non fu messo subito in stato di fermo, nonostante abbia mandato all’Ospedale due nostri agenti, in quanto la cella di sicurezza della municipale di Cesena non era fruibile

 

Alcuni mi dicono che da tempo era addirittura utilizzata come archivio! Un grave, gravissimo difetto da parte dell’amministrazione comunale, che so che è stato risolto nei giorni seguenti ripristinando prontamente i locali adibiti a cella. 

 

Certo, questa situazione fa pensare che la nostra amministrazione non abbia molto a cuore la sicurezza dei cittadini se non si preoccupa nemmeno di rendere sempre fruibile la cella di sicurezza per il fermo degli “inquieti”.

 

Oggi addirittura leggiamo di una richiesta di archiviazione del presente aggressore in quanto quello che successe nacque da un semplice fraintendimento per la mancata conoscenza della lingua. Insomma diciamo così…due vigili mandati all’Ospedale per un congiuntivo sbagliato

 

Qui però sovviene irresistibile un senso di profonda indignazione. Come possiamo pensare di essere sicuri se coloro che aggrediscono le nostre forze dell’ordine, in pieno giorno e in pieno centro, possono cavarsela invocando qualche errore grammaticale o qualche difetto di pronuncia?

 

Su questa vicenda, proporrò una precisa interpellanza per capire come la nostra amministrazione si ponga di fronte a questo fatto allora inquietante e che oggi non può che indignarci!

 

Marco Casali - Capogruppo Gruppo Consiliare "Libera Cesena"