Libri. Il giornalista Sergio Barducci parla di dipendenze alla Malatestiana di Cesena

Sabato 26 Maggio 2018 - Cesena
Biblioteca Malatestiana di Cesena

Oggi, sabato 26 maggio alle 17.30 la Sala Lignea della Biblioteca Malatestiana ospiterà l’autore Sergio Barducci per la presentazione del suo libro “Ti parlo di noi” (edizioni Minerva). Attraverso il racconto di una personale e dolorosa vicenda familiare, Barducci vuole porre l’attenzione collettiva sulla dipendenza da stupefacenti, oggi tematica quasi interamente scomparsa dal discorso pubblico. Protagonisti della storia sono due fratelli, il più piccolo vittima della droga e della dipendenza, il maggiore impegnato a proteggerlo da quel "dolore evitabile". 

 

Il racconto fotografa l'atmosfera degli anni ‘80, in cui le droghe dilagavano con facilità fra i giovani, oggi conosciuti come "generazione scomparsa". Il consumo di droga era diffuso in ogni fascia della società, dagli studenti agli impiegati, dagli adolescenti agli operai, nessuno era immune dal consumo di sostanze letali. E dal consumo spropositato di queste droghe arriva il virus L’Hiv, causa primaria dell’Aids, definita anche peste del ventunesimo secolo. Barducci spiega come il fenomeno delle droghe sia stato gestito molto lucrosamente da numerose organizzazioni criminali, fiaccando un’intera società e colpendo la sua parte più sana e vigorosa: i giovani.

 

SERGIO BARDUCCI

È giornalista e caporedattore centrale della San Marino RTV, di cui cura le edizioni del telegiornale e le trasmissioni di approfondimento giornalistico. Da oltre 25 anni è testimone della vita politica e sociale del Paese, di cui ha raccontato i momenti più significativi, prestando particolare attenzione alle vicende di carattere giudiziario ed economico. Ha lavorato anche come inviato in alcune assemblee generali delle Nazioni Uniti e ha realizzato diversi reportage in zone di guerra. In qualità di scrittore, ha pubblicato “Visti da lontano” (Aiep, 2010), “Niente è come prima” (Aiep, 2013) e “Tra Levante e Ponente” (Minerva Edizioni, 2014).