Longiano, Programma Diffuso per il "Battistini 2" interventi in ogni frazione e Bilancio Partecipato

Sabato 20 Maggio 2017 - Longiano
i candidati della lista "Insieme per Longiano". Al centro il candidato sindaco, Ermes Battistini

«I traguardi raggiunti: scuole a norma, tassazione al minimo e bilancio in ordine. Gli obiettivi da perseguire: mantenimento dei presidi sociosanitari, mobilità green e incentivi alle imprese»

Capillare e “diffusa” su tutte le dieci frazioni della città: la “visione di futuro” che la lista “Insieme per Longiano” propone per il secondo mandato da sindaco di Ermes Battistini abbina a un solido quadro complessivo per l’intero territorio una progettualità puntuale “a misura di frazione”, con interventi e migliorie della qualità della vita in ogni quartiere della città, così come dalle diverse frazioni arrivano i dodici candidati in lista (età media 41 anni). 

 

Interlocutori diretti dell’Amministrazione, nella visione di “Insieme per Longiano”, sono i consigli di frazione, con cui progettare - prima novità in programma - «un bilancio partecipativo che destini parte delle risorse alle priorità suggerite dai consigli di frazione». Del resto anche il carnet degli interventi da mettere in campo è “diffuso”: oltre ad alcune “grandi opere” (adeguamento sismico del plesso scolastico di Longiano capoluogo, ampliamento della scuola primaria di Budrio, ristrutturazione della sede municipale e manutenzione straordinaria del teatro Petrella) “Insieme per Longiano” ha mappato e messo nero su bianco gli interventi necessari al miglioramento della qualità di vita urbana di ogni frazione.

 

Partendo da Longiano capoluogo: passaggio pedonale Peep in via Monte Paradiso, una nuova struttura di servizio al parco “Madre Teresa di Calcutta”, il recupero di parte delle mura del centro storico, ristrutturazione di arredo urbano e Museo del territorio e riqualificazione del all'incrocio via Circonvallazione via Belvedere Per la zona Felloniche-Montilgallo-San Lorenzoci sono in programma copertura del centro sociale e realizzazione del relativo parcheggio pubblico, mentre per Crocetta ci sono una pista ciclopedonale dal centro a via XI Settembre e il riordino dell'incrocio tra le vie Gualdello, Malborghetto e Crocetta. Verde pubblico riqualificato e potenziamento dei giochi a Ponte Ospedaletto, dove aumenta la sicurezza stradale grazie a un percorso protetto lungo la via Emilia e una pista ciclabile dalla scuola alla rotatoria.

 

A Budrio fari puntati sul campo sportivo, che si arricchisce di una tribunetta e un campo da calcetto a 7 in sintetico. Anche qui grande attenzione a pedoni e ciclisti con la messa in sicurezza della pista ciclo-pedonale via Frattazona ortivia Giardini (ponte sul Rigossa). Anche a Badia va completata la pista ciclabile Budrio-Badia e ci si prefigge anche di dotare il cimitero di nuovi loculi, così come a Massa si vuole ampliare il cimitero, realizzando anche un parcheggio e rendendolo più accessibile grazie al percorso pedonale protetto dalla Casa del Popolo. Per l’intero territorio, poi, progressiva sostituzione dell’illuminazione pubblica con nuovi punti luce a risparmio energetico e videosorveglianza in parchi e vie di accesso, di pari passo con il controllo di vicinato per contrastare la microcriminalità. E ancora difesa dal rischio idrogeologico, definizione di unnuovo strumento urbanistico che non preveda ulteriore consumo di territorio e una nuova gara, attraverso Atersir, per individuare il gestore del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, per un potenziamento della raccolta differenziata che porti ad una progressiva riduzione delle tariffe.

 

Sul fronte servizi, il secondo mandato Battistini non può non confermare la formula portata avanti con efficacia nei primi cinque anni: «Livello qualitativo delle prestazioni e risposta efficace ai bisogni dei cittadini senza mai aumentare la pressione fiscale”. Longiano vanta infatti il primato di essere un comune“Irpef free”: nessuna addizionale comunalea gravare sulla dichiarazione dei redditi delle famiglie longianesi, a braccetto con un Imu seconda casa con aliquota minima.

 

Capisaldi del Battistini pensiero sono quindi equilibrio di bilancio e mantenimento e tariffe di accesso ai servizi pubblici quali asili nido, refezione e trasporto scolastico, sostegno alla non autosufficienza: «Dopo aver toccato con mano in questi cinque anni quanto in fretta cambiano le necessità di individui e famiglie - spiega il candidato - sono convinto che la chiave per dare risposte efficaci e tempestive siano una costante rimodulazione dei servizi e una più frequente verifica delle fasce di reddito in modo da intercettare immediatamente i cambiamenti economici delle famiglie».

 

Strenua la difesa dei presìdi sociosanitari sul territorio: centro prelievi, accompagnamento a visite mediche, centri sociali per anziani, assistenza domiciliare, casa protetta, centro diurno, residenza sanitaria assistenziale, servizi di riabilitazione, integrazione quote per soggiorni termali, assegno di cura per favorire la domiciliarità, eliminazione barriere architettoniche, a cui si aggiunge il progetto di un nuovo fabbricato per la realizzazione di quattro nuovi alloggi di edilizia residenziale pubblica. Incrocia invece interventi strutturali e modulazione dei servizi il progetto del Battistini team per gli under 18, sia a scuola con edifici rinnovati e sicuri, mense di qualità in loco, servizi di prolungamento dell’orario scolasticoper venire incontro alle esigenze lavorative delle famiglie e sconti sul trasporto per i ragazzi che frequentano le scuole superiori, che nelle attività formative e collaterali, con luoghi e iniziative di aggregazione e i percorsi di sviluppo della creatività. Debutterà poi un “Consiglio dei ragazziper raccogliere proposte, suggerimenti e anche qualche “bacchettata” dai cittadini più giovani.

 

Dialogo, concertazione e sinergia anche con il mondo dello sport locale e con le diverse realtà dell'associazionismo e del volontariato, mentre il sostegno alle attività produttive passa davalorizzazione dell'agricoltura, potenziamento delle sportello unico per le imprese, efficienza delle infrastrutture e incentivi all’apertura di esercizi commerciali di vicinato e di artigianato tipico locale, non solo in centro ma anche nelle frazioni.

 

Si irrobustisce ulteriormente, nei programmi di “Insieme per Longiano”, il rapporto tra ristoranti, aziende agricole, attività commerciali e luoghi di cultura (Teatro Petrella, Fondazione Tito Balestra, Museo del Territorio, Museo della Ghisa, Museo dell'Arte Sacra Biblioteca Storica e Moderna), con “una cabina unica di regia che coordini tutte le attività culturali razionalizzando i costi e rodando ulteriormente collaborazioni e sinergie”. Parola d'ordine: promuovere Longiano nei circuiti turistico culturali di qualità (Fai, Italia Nostra, Touring Club), nell'ambito della neonata Destinazione Turistica Romagna e in costante dialogo con l'accoglienza turistica della costa.

 

Infine il progetto di eventuale fusione con il comune di Gambettola e i comuni di Roncofreddo, Borghi e Sogliano «soppesando - spiega Battistini - i risultati prodotti dallo studio di fattibilità e passando in modo imprescindibile, prima di qualsiasi decisione, da un ampio ed approfondito confronto con i cittadini”.

 

I CANDIDATI IN LISTA

Giulia Bottan 28 anni, Cristian Canini 40, Ruggiero Dipaola 68, Alessandro Galbucci 48, Mauro Graziano 41, Fiorenzo Grilli 65, Valentina Maestri 26, Sara Mosconi 38, Valentina Pazzaglia 39, Carlo Sfreddo 62, Marika Simonetti 41 e Stefano Ventrucci 41.