Mostre. “Sacro e Profano” prorogata per la Notte Celeste alle Terme di Castrocaro

Sabato 2 Giugno 2018

È prorogata al 23 giugno la mostra “Sacro e profano – Le Arti tra ’500 e ’600”, in corso al Padiglione delle Feste di Castrocaro Terme. La mostra, che espone una quarantina di opere tra grafiche, pitture e oreficerie sacre provenienti da collezioni private mai state accessibili al pubblico, partecipa infatti alla Notte Celeste 2018, l’evento che vede in festa tutti i centri Termali dell’Emilia Romagna e che quest’anno sarà intitolata «Sogno di una notte di… inizio estate»

Per questa occasione la mostra resterà aperta ad ingresso libero nelle giornate di venerdì 22 giugno dalle ore 14 alle 23 e domenica 23 giugno dalle ore 10 alle 23.

 

LA MOSTRA

 

 

La mostra“Sacro e profano - Le Arti tra ‘500 e ‘600”, voluta da Beatrice Sansavini e curata dalla professoressa Paola Babini, riprende il tema della grande mostra “L’Eterno e il Tempo tra Michelangelo e Caravaggio” in corso ai Musei di San Domenico di Forlì. Il percorso espositivo testimonia quella continua tensione tra il Divino e il Terreno che imperniò la vita politica, sociale, culturale e artistica nell’Europa a cavallo dei due secoli. Esposte, fra le altre, opere di Guido Reni,Agostino Carracci, Rembrandt, Van Dyck, Francesco Albani, Hendrick Aerts, Giovan Battista Crespi. Da segnalare anche l’Annunciazione con Santi Sebastiano, Arcangelo Michele e Giovanni Battista: la tela concessa dal Museo Diocesano di Faenza-Modigliana qui esposta per la prima volta dopo il restauro di una grossa bruciatura realizzato proprio grazie a questa esposizione.

 

INFO

 

SACRO E PROFANO – Le Arti tra ‘500 e ‘600 allestita al Padiglione delle Feste, in viale Marconi 32 a Castrocaro Terme (FC), è aperta fino al 23 giugno: sabato e domenica dalle ore 10 alle 19 e gli altri giorni su appuntamento (chiamando il numero +39 328 7747418). Ingresso: intero €5, ridotto €3

Venerdì 22 giugno aperto dalle ore 14 alle 23, ad ingresso libero

Sabato 23 giugno aperto dalle ore 10 alle 23, ad ingresso libero