Parcheggi. ATR diventa gestore unico della sosta a Cesena

Martedì 29 Maggio 2018

ATR sta per diventare il gestore unico della sosta a Cesena. La Società Consortile a Responsabilità Limitata, totalmente pubblica e controllata dal Comune di Cesena, ha raggiunto un accordo con la società Parcheggi Spa, finalizzato ad acquisire il relativo ramo d’azienda.


Si tratta di un memorandum di intenti che traccia le linee guida per poi arrivare alla firma del contratto di cessione. Quest’ultima, che dovrà essere perfezionata entro giugno a seguito delle autorizzazioni necessarie, riguarda le infrastrutture, le licenze d’uso e ogni altro bene materiale e immateriale indispensabile al funzionamento degli impianti ed alla gestione dei parcheggi pubblici in struttura.


Il corrispettivo, 6.500.000 euro, è stato considerato sulla base di una indubbia convenienza economica per ATR e per il Comune, in parte tramite accollo di mutui e in parte con pagamento in denaro. A fronte di ciò ATR risparmierà il costo del canone per l’affitto del ramo d’azienda già definito nel 2004, e il Comune di Cesena eviterà di pagare il debito residuo per il riscatto della concessione pari ad euro 4.400.000, scadenzato da oggi al 2024. Contestualmente, in occasione della firma del contratto di cessione, ATR stipulerà con la Parcheggi Spa, come previsto dagli accordi, un Contratto di Servizio per l’attività di service e di manutenzione dei parcheggi automatizzati Trevipark.


Concretamente si tratta dei parcheggi pubblici realizzati nell’ambito del Piano Urbano Parcheggi varato dal Comune nel 1989 la cui realizzazione e gestione era stata affidata ai sensi della L. 122/1990 (Legge Tognoli) alla società Trevi S.p.A. che poi costituì una società di scopo che prese il nome di Parcheggi spa. I parcheggi pubblici, realizzati nell’ambito della convenzione stipulata il 6 ottobre 1990 sono l'ex Essiccatoio Martini per 242 posti auto; l’ex Arrigoni per 392 posti auto; il Serraglio stralcio A – Barriera per 168 posti auto; il Garampa – stralcio A che, per la sua collocazione nel piazzale Caduti Forze di Polizia, è denominato “CAPS”, con 260 posti auto. Complessivamente si tratta dunque di 1.062 posti auto a raso, interrati e in struttura, realizzati nel centro della città.


Con il subentro da parte di ATR nella gestione dei parcheggi si conclude anticipatamente quanto già in parte avvenuto con l’affitto del ramo d’azienda nel 2004, che aveva permesso una gestione unitaria dei parcheggi, comunque condizionata dalla necessità di trovare un equilibrio economico dei piani finanziari a suo tempo approvati e con un contributo finanziario pubblico. La situazione è radicalmente mutata rispetto al 1989, quando fu approvato il Piano Urbano dei Parcheggi: l’espansione urbana di Cesena, a suo tempo ipotizzata e che stava alla base della sostenibilità degli investimenti previsti nell’ambito della legge Tognoli, in realtà non si è verificata, creando già nel 2004 la necessità di ridefinire i rapporti con il Concessionario Parcheggi Spa attraverso la stipula di un atto transattivo.


Il subentro nelle specifiche concessioni e nella gestione dei parcheggi del Piano Urbano Parcheggi da parte di ATR era già previsto fra le clausole della convenzione in essere.


L’Amministrazione Comunale inoltre potrà fare in piena autonomia una politica integrata della sosta, tenendo conto esclusivamente delle esigenze di mobilità dei cittadini e di sostenibilità ambientale. In particolare si potranno ottimizzare le politiche (anche quelle tariffarie) che permettano un maggiore utilizzo dei parcheggi in struttura, senza dovere rispettare gli originari piani economici.


Il Presidente di Parcheggi Spa, Gianluigi Trevisani, aggiunge: “E’ la conclusione naturale di un processo avviato tempo fa, per cui la nostra azienda si rese disponibile alla realizzazione di un importante e qualificato progetto di investimento nella città, di cui nel tempo le condizioni sono notevolmente mutate. Con l’accordo viene ceduto anticipatamente alla città un importante patrimonio di infrastrutture e di tecnologie, base essenziale per la mobilità e quindi progresso della città”


Oltre a questo vantaggio, l’accordo consente ad ATR di avere anche un beneficio economico, infatti sarà ridotto l’importo da versare annualmente alla Parcheggi Spa, a fronte della sostituzione dell’attuale contratto di affitto del ramo d’azienda (che sarebbe scaduto nel 2024) con un semplice contratto di servizio per la manutenzione dei soli parcheggi a silos.


“Questa riduzione di spesa annuale, permetterà ad ATR di ammortizzare la spesa iniziale dell’investimento e di avere maggiori utili di esercizio dalla sosta che, di conseguenza, si riverseranno nelle casse del Comune. L’acquisto di impianti e tecnologie consentirà inoltre di accrescere il nostro know how nella gestione dei parcheggi” dichiara l’Amministratore Unico di ATR, Paolo Valentini.


La compagine sociale di ATR vede quali soci i 15 comuni del comprensorio cesenate, con il Comune di Cesena che detiene il controllo con il 72,15%. Per procedere nel percorso, una volta definiti gli specifici aspetti giuridici dell’operazione, si dovrà quindi richiedere formale autorizzazione all’Amministrazione Comunale di Cesena che dovrà pronunciarsi in merito. “L’operazione condotta da ATR nell’interesse del Comune evidenzia un indubbio beneficio pubblico sotto molteplici aspetti – evidenziano il Sindaco Paolo Lucchi, l’Assessore Maura Miserocchi e il Vice Sindaco Carlo Battistini –, in primo luogo dal punto di vista economico. Ma non va sottovalutata nemmeno la possibilità di pensare ad un riordino a beneficio delle opportunità di sosta e della mobilità nell’area centrale della città, nell’ottica di ridurre i costi di gestione del servizio da un lato e di riuscire a dare un miglior servizio per i cittadini dall’altro”.