Polizia Municipale. Inaugurata la nuova sede del Comando di Cesena

Sabato 30 Giugno 2018 - Cesena
L'inaugurazione della nuova sede del Comando

Al taglio del nastro presente il Presidente della Regione E-R Stefano Bonaccini e il Sindaco di Cesena Paolo Lucchi

Il 29 giugno, alle 18, la Polizia Municipale di Cesena ha inaugurato la nuova sede del Comando, situata in via Natale dell’Amore, nell’edificio, completamente ristrutturato che, fino a pochi anni fa, ospitava il Tribunale di Cesena. Alla cerimonia, accanto alle donne e agli uomini della PM e all’Amministrazione comunale, erano presenti le autorità civili, religiose, militari, fra cui i rappresentanti delle Polizie Municipali di altri Comuni del territorio. A tagliare il nastro, insieme al Sindaco Paolo Lucchi, è stato il Presidente della Regione Emilia – Romagna Stefano Bonaccini.


"La sicurezza delle comunità – ha sottolineato il Presidente Bonaccini durante la cerimonia - si basa anche sul presidio del territorio e questa nuova sede per il Comando della Polizia municipale rappresenta una riposta che va in questa direzione. Nuovi locali e maggiori spazi significano anche dare maggiore confort a chi lavora e garantire di conseguenza una maggior efficacia nell’organizzazione del lavoro. Un tema, quello del presidio del territorio, che è fra quelli che la Giunta regionale ha posto fra le priorità del proprio mandato".

"Non a caso – ha ricordato Bonaccini - al termine di un percorso iniziato oltre un anno fa e che ha visto il confronto e la condivisione con i territori e gli enti locali, gli addetti e i vertici dei Corpi di Polizia locale e le loro rappresentanze sindacali, abbiamo approvato un progetto di legge per il rilancio delle Polizie locali, per rispondere alle nuove esigenze dei cittadini e alle aspettative degli addetti del settore. Un provvedimento innovativo, che va considerato fra gli strumenti normativi regionali più avanzati a livello nazionale e che permetterà all’Emilia-Romagna di porsi quale punto di riferimento in una materia così importante. Innovativo sia nei contenuti che nel metodo, perché è nato appunto dalla partecipazione e dalla condivisione, che prevede, fra le altre misure, un concorso unico regionale per gli addetti di Polizia locale, la semplificazione delle procedure in caso di interventi urgenti nei territori e un fondo regionale che copra le eventuali spese legali degli addetti in caso di procedimenti penali conseguenti all’espletamento dei loro compiti istituzionali. Auguro a tutti gli addetti di poter svolgere al meglio le loro funzioni, preziose per garantire il corretto il controllo del territorio, la legalità e il rispetto dei regolamenti locali. Tutti compiti che in una società complessa come quella attuale sono diventati prioritari e delicati”.

“Il nuovo Comando di PM che inauguriamo ufficialmente oggi – ha rimarcato dal canto suo il Sindaco Lucchi - è il primo pezzo, fondamentale, del rinnovato sistema di sicurezza cittadino, che sarà composto anche dalla nuova Caserma dei Carabinieri, di cui è già stata posata la prima pietra e che verrà terminata nella primavera del 2019, e dal nuovo Commissariato di Polizia, per la realizzazione del quale sono già stati reperiti i 5,6 milioni di euro necessari e che è entrato nella fase di progettazione conclusiva, che terminerà entro la fine del 2018. La nuova sede della Polizia Municipale, realizzata e resa operativa in tempi da record grazie all’impegno e alla professionalità dei nostri tecnici comunali, gli architetti Gualtiero Bernabini e Ivano Piraccini, e al Comandante Giovanni Colloredo – ha proseguito il Sindaco -, è un pezzo fondamentale in questo sistema integrato di sicurezza perché sarà il centro del sistema di videosorveglianza cittadino che, in accordo con le Associazioni di impresa e i Sindacati, verrà implementato aggiungendo alle nostre 450 telecamere di videosorveglianza quelle delle imprese e delle attività commerciali che vorranno aderire ad un protocollo di intesa a cui stiamo lavorando in questi giorni. A breve, quindi, incontreremo nei locali del nuovo Comando Associazioni di impresa e Sindacati per sottoporgli una prima bozza di questo protocollo ‘per lo sviluppo delle attività di collaborazione in materia di sicurezza e videosorveglianza’ che, una volta sottoscritto, permetterà alla sala operativa di diventare a tutti gli effetti il centro del sistema di videosorveglianza del territorio".

Nel corso della cerimonia si è svolta anche la premiazione, con encomio del Sindaco, del Personale della Polizia Municipale che si è particolarmente distinto in attività di servizio. Il riconoscimento è stato assegnato all’assistente Giampiero Rondini e all’agente scelto Stefano Montani per un episodio verificatosi nell’ottobre scorso, quando sono riusciti a salvare un uomo che stava tentando di suicidarsi, e al sovrintendente Learco Bernabini e all’agente scelto Bruno Barbarossa che, nell’agosto 2017, durante un servizio di controllo di un parcheggio sotterraneo hanno soccorso una giovane con problemi di tossicodipendenza prossima al parto: gli agenti sono riusciti a convincere la ragazza e il suo compagno a farsi accompagnare in ospedale; dopo poche ore, la giovane ha partorito un bimbo in buona salute.