Presentato uno studio sull’ipotesi di fusione dei quattro comuni della Valsavio

Mercoledì 31 Maggio 2017 - Bagno di Romagna, Mercato Saraceno, Verghereto

Il 30 maggio, nel corso di un incontro pubblico svoltosi a Palazzo Pesarini, è stato presentato ufficialmente lo studio sull’ipotesi di fusione dei Comuni di Bagno di Romagna, Mercato Saraceno, Sarsina e Verghereto. Il lavoro è stato elaborato dalla società di ricerca Sistema Susio su commissione dell’Unione dei Comuni della Valle del Savio.

 

Se si procedesse con una fusione a quattro nascerebbe un Comune di oltre 18mila abitanti (collocandosi al quarto posto per popolazione nella Provincia di Forlì – Cesena), con un’estensione territoriale di 551,5 kmq (diventando così il più grande per superficie a livello provinciale e il quinto in Italia).

 

Il nuovo ente potrebbe contare sul lavoro di circa 102 operatori, mentre da un punto di vista dell’architettura istituzionale, con le sue dimensioni potrebbe contare su una Giunta composta dal Sindaco e da 5 Assessori e su un Consiglio comunale formato da 16 Consiglieri.

 

Prendendo le mosse dall’analisi del contesto esterno e interno relativo ai quattro Comuni (popolazione, dimensione territoriale, entrate e spese dei singoli enti, numero di dipendenti, organizzazione dei principali servizi, ecc.) sono state messe a fuoco, in prima battuta, le criticità presenti e le possibili soluzioni organizzative, definendo al contempo il ruolo che dovrà giocare l’Unione (destinata a rimanere comunque protagonista anche in caso di fusione), per arrivare, infine, a delineare un’ipotesi organizzativa del nuovo ‘super-Comune’a quattro, o di due nuovi Comuni frutto del ‘matrimonio’ di Bagno e Verghereto da un lato, e di Mercato Saraceno – Sarsina dall’altro.