Proteste. Le Reti degli studenti medi e Universitari manifestano contro le politiche del Governo

Giovedì 15 Novembre 2018 - Cesena
Immagine di repertorio (Niekverlaan creative commons)

Il 16 novembre a Cesena e Ravenna

Il 16 novembre la Rete degli studenti medi dell' Emilia-Romagna e la Rete degli Universitari scenderanno in piazza per manifestare contro le politiche del Governo Salvini-Di Maio: a Cesena e Ravenna sono previsti cortei e un sit in. In autunno le associazioni hanno lanciato la campagna “Per un altro cambiamento”, il cui manifesto è stato sottoscritto da altre associazioni e comitati, a partire da Cgil, Arci, di Libera e da un centinaio di rappresentanti di istituto e di consulta delle scuole della regione.

 

«La nostra associazione - spiega il coordinatore provinciale della Rete degli Studenti medi Emilia Romagna Francesco Martinelli - ha organizzato cortei e sit-in per portare avanti una campagna contro le politiche reazionarie del cosiddetto Governo del Cambiamento. A partire dal contrasto al DL sicurezza con il quale viene eliminata la protezione umanitaria, viene smantellato il sistema di accoglienza diffusa e di sostegno ai richiedenti asilo. Nel frattempo decine di migliaia di persone trovano la morte nel Mediterraneo e molte altre ancora si trovano in condizione di segregazione nei lager libici, costrette a subire violenze e torture continue».