Rifiuti. Deposito abusivo a Savignano sul Rubicone: sequestrata area di 8 mila mq, due denunciati

Mercoledì 17 Aprile 2019 - Savignano sul Rubicone
Uno degli elicotteri della Stazione navale delle Fiamme gialle di Rimini (foto archivio MIgliorini)

Operazione della Guardia di Finanza: con gli elicotteri scoperte e individuato 23 tonnellate di materiali tra cui eternit, tenuti in pessime condizioni sul terreno

La Guardia di finanza di Rimini ha scoperto un deposito abusivo di rifiuti in un'area agricola di Savignano sul Rubicone, nel Cesenate. Sorvolando la zona con gli elicotteri, i militari della Stazione navale delle Fiamme gialle hanno individuato 23 tonnellate di materiali tra cui eternit, tenuti in pessime condizioni sul terreno. 

Secondo quanto emerso dalle indagini, i rifiuti inerti, prelevati in vari cantieri dalla societa' proprietaria del suolo, sarebbero stati destinati alla bonifica nella sede aziendale per essere rivenduti illecitamente come 'frantumato bonificato', prodotto utilizzato come sottofondo per pavimentazioni e opere di riempimento.

L'operazione si e' conclusa con il sequestro dell'area di ottomila metri quadrati e del mezzo utilizzato per la movimentazione, oltre alla denuncia di due responsabili della societa' per interventi edilizi abusivi, traffico illecito e gestione di rifiuti non autorizzata. Sono 39 le aziende che generalmente hanno fornito i materiali. I finanzieri hanno elevato sanzioni per 750mila euro.