Scommesse. L'Amministrazione Comunale di Cesena saluta con favore la proposta di Paolo Zoffoli

Venerdì 8 Giugno 2018 - Cesena
L'ippodromo di Cesena

Il sindaco di Cesena, Paolo Lucchi, si è detto favorevole al progetto di legge richiedente la modifica della norma regionale sul gioco d’azzardo presentata dal Consigliere regionale Paolo Zoffoli. Nella proposta è prevista anche la possibilità di assicurare lo svolgimento delle scommesse all’interno degli ippodromi, limitatamente alle scommesse collegate alle corse che avvengono all’interno. 


Il sindaco Lucchi ha dichiarato che: "Già a novembre scorso ci eravamo rivolti a tutti i consiglieri regionali eletti nel collegio di Forlì-Cesena, tra i quali anche il consigliere Zoffoli, sollecitandoli ad attivarsi poiché, a Cesena, così come negli altri impianti ippici della Regione, la sala scommesse situata all’interno dell’Ippodromo e finalizzata esclusivamente alle scommesse sulle corse dei cavalli in atto, potesse essere oggetto di modifica normativa rispetto al pienamente condivisibile e generale divieto di esercizio delle sale giochi e sale scommesse introdotto dalla Delibera Regionale".

"Per come è la legge adesso, infatti" ha proseguito Paolo Lucchi nel suo intervento "la sua applicazione pedissequa porterebbe alla chiusura anche della Sala Scommesse collocata all’interno dell’Ippodromo del Savio, utilizzata per le scommesse sulle corse dei cavalli in svolgimento nelle serate in programma nel calendario delle corse al trotto della stagione estiva. Questa richiesta nasceva dalla consapevolezza di come l’esercizio delle scommesse sulle corse dei cavalli all’interno dell’Ippodromo, sia interconnesso all’attività sportiva ippica che mai si potrebbe realizzare disgiuntamente dalla scommessa".

Il sindaco di Cesena ha infine concluso ribadendo che: "Ora, nell’apprendere con favore il contenuto del progetto di legge presentato dal consigliere Zoffoli - che ringraziamo per il suo impegno condivisibile e concreto -, l’auspicio è che venga rapidamente approvato dall’Assemblea legislativa".