Sconosciute si introducono in casa di un’anziana: l’84enne sventa la truffa

Martedì 4 Luglio 2017 - Sogliano al Rubicone
Foto di repertorio

La pensionata di Sogliano al Rubicone, grazie alle campagne informative messe in atto dai Carabinieri, è stata in grado di fiutare il pericolo

Nella mattinata di giovedì 29 giugno, una vedova 84enne, pensionata residente a Sogliano al Rubicone, mentre si trovava all’esterno della sua abitazione intenta a curare i fiori, rincasando ha notato alle sue spalle due donne, sconosciute, che si sono introdotte in casa vantando una pregressa conoscenza. 

 

Durante la permanenza nell’abitazione una delle due donne sedeva nel soggiorno, mentre la seconda intrusa chiedeva di poter avere un bicchiere d’acqua, accedendo in cucina ma dirigendosi subito verso una rampa di scale che dava accesso al piano superiore.

 

La potenziale vittima, insospettita anche grazie agli incontri pubblici tenuti, in precedenza, a favore della cittadinanza da parte del Carabinieri di Sogliano al Rubicone e quindi messa adeguatamente a conoscenza di questo genere di truffe, nel corso della campagna divulgativa eseguita ad “hoc” nella decorsa primavera e dedicata alle “fasce deboli”, invitava la donna a non salire riferendo che aveva un nipote al piano superiore che dormiva.

 

A tale esortazione le due donne guadagnavano celermente l’uscita e, una volta all’esterno, di dileguavano. Le stesse venivano descritte compiutamente dalla donna ai militari intervenuti immediatamente su richiesta della vedova, i quali, unitamente alla stessa, hanno proceduto al controllo dei beni in possesso della vittima con esito negativo circa eventuali ammanchi.

 

E’ sempre fondamentale segnalare e denunciare qualsiasi tentativo di truffa subito, al fine di mettere tutte le Forze di Polizia in condizioni favorevoli di poter monitorare il fenomeno ed organizzare una sempre più capillare opera di prevenzione e repressione di tali odiosi tipi di reati commessi e tentati ai danni delle fasce deboli della popolazione.