Scuola. 'Frutta nelle scuole': Bertani (M5S) chiede di privilegiare in futuro prodotti locali

Giovedì 7 Giugno 2018
Foto di archivio

L'interrogazione presentata dopo che in alcune scuole dell'Emilia-Romagna sono state distribuite albicocche spagnole

Albicocche spagnole in alcune scuole dell'Emilia-Romagna: Andrea Bertani chiede alla Regione di "sostenere il progetto 'Frutta nelle scuole' promuovendo i prodotti del territorio". La richiesta del consigliere del Movimento 5 stelle è contenuta in un'interrogazione depositata oggi dove il pentastellato sottolinea come questa scelta sia "in controtendenza rispetto alle politiche di valorizzazione dei prodotti locali o a chilometro zero".

Il progetto 'Frutta nelle scuole' è finanziato con fondi dell'Unione europea e del ministero delle Politiche agricole. "Dal primo agosto 2017 al 31 luglio 2023 - si legge nelle premesse dell'atto ispettivo - l'Italia avrà un budget complessivo di 107,7 milioni di euro l'anno. Le risorse coprono il 70 per cento del costo dei progetti, che possono poi essere cofinanziati dallo Stato e dalle Regioni". Il consigliere del Movimento 5 stelle sottolinea come "il bando comunitario non obblighi le aziende a rifornirsi di prodotti coltivati nel proprio Paese, ma la procedura di comparazione dei costi, a scapito della qualità, mette in evidenza un chiaro intento speculativo che penalizza il prodotto locale". È il meccanismo del "massimo ribasso, col quale vengono assegnate queste risorse, che porta all'acquisto di prodotti di basso livello. Così facendo, invece di incentivare il consumo di frutta nelle scuole, si genera il fenomeno contrario".