Sindacato. Femca Cisl Romagna: eletto nuovo segretario il ravennate Emanuele Scerra

Mercoledì 27 Giugno 2018
Emaniuele Scerra

Rinnovo ai vertici della categoria Chimici Energia Moda: in segreteria anche Stefano Perazzini ed Elena Fiero

Emanuele Scerra è stato eletto alla guida della Femca Cisl Romagna dal Consiglio Generale svoltosi al Ristorante La Campaza di Fosso Ghiaia. Alla presenza della Segretaria Generale Nazionale della Femca Cisl, Nora Garofalo, 100 delegati provenienti da tutte le provincie romagnole hanno espresso un voto unanime per designarlo come nuovo segretario della federazione dei Chimici Energia Moda della Cisl, subentrando a Lorenzo Zoli che assumerà altro incarico all’interno della Federazione. 

Eletta anche la nuova segreteria composta da Stefano Perazzini (settore Chimico/Energia) ed Elena Fiero (settore Moda/Tessile), che lavoreranno nei prossimi anni a fianco del segretario per rappresentare gli oltre 3000 iscritti appartenenti alla categoria.

Emanuele Scerra, 45 anni, siciliano di nascita e ravennate di adozione, ha seguito le principali trattative che hanno interessato i lavoratori del distretto chimico di Ravenna e la difficile vertenza sulla vendita di Versalis concentrandosi sul piano degli investimenti della petrolchimica dell’Eni, dalla quale proviene come estrazione lavorativa, e che lo ha sempre visto in prima linea per difendere i lavoratori. In questi anni ha inoltre collaborato al processo di unificazione delle tre province di Ravenna, Forlì/Cesena e Rimini che hanno portato alla costituzione della Femca Romagna e Cisl Romagna. Un territorio e un settore, quello della Femca, che ha risentito particolarmente della crisi, e che solo adesso sta vedendo timidi segnali di ripresa evidenziando problemi molto diversi a seconda del tipo di produzione nella quale sono coinvolti i lavoratori.

"Così, nel comparto Tessile, Moda e Calzaturiero dove l’andamento commerciale è influenzato dalle tante restrizioni al mercato, serve difendere il Made in Italy come vincolo di tracciabilità e legalità per far ripartire l’export per lo sviluppo del settore - si legge in una nota del sindacato - La Femca con la sua nuova guida continuerà a lavorare per lo sviluppo della chimica sul territorio, in particolare sarà fondamentale per il rilancio del distretto chimico ravennate la realizzazione del piano di investimenti di Eni e Versalis che vede nelle gomme “funzionalizzate” e nel cambio produttivo verso formulazioni più “green” e appetibili per il mercato i giusti investimenti che aspettiamo da molti anni. Il settore Energia è il grande motore della presenza di Eni nel territorio ravennate, per il quale il futuro produttivo e occupazionale del polo energetico Eni Upstream di Marina di Ravenna, che con la crisi dell’offshore ha subito una forte battuta di arresto, sarà importantissimo rilanciarlo attirando nuovi investimenti. Questi saranno i principali temi che impegneranno il nuovo giovane gruppo dirigente della Femca Cisl Romagna, dove rilancio dell’economia tutela dell’occupazione e sviluppo industriale devono trovare il giusto equilibrio per il rilancio del nostro territorio".