Strade. Aprono i cantieri nel territorio di Forlì-Cesena con i 4 milioni della Provincia

Sabato 11 Agosto 2018 - Bagno di Romagna, Cesena, Cesenatico, Gambettola, Gatteo, Longiano, Mercato Saraceno, Montiano, Roncofreddo, San Mauro Pascoli, Savignano sul Rubicone, Sogliano al Rubicone, Verghereto
I lavori interessano le strade provinciali di Forlì-Cesena (foto di repertorio)

Tanti gli interventi in corso e al via. L'ente: "Ma i fondi non sono sufficienti per tutti i 1057 chilometri della rete di competenza"

I 4 milioni messi a bilancio dalla Provincia di Forli'-Cesena per le sue strade cominciano a diventare cantieri. Stanno per concludersi le procedure di gara per la pista ciclo-pedonale lungo la SP 33 "Gatteo" nel tratto compreso tra la rotonda "Antonelli", intersezione con via Pascoli, e la rotonda di ingresso al casello autostradale A14 "Valle del Rubicone", lavori comprendenti anche il rifacimento della pavimentazione stradale in alcuni tratti. L'importo complessivo dell'intervento e' di 117.864 euro, 93.200 dei quali per lavori e si parte in settembre per una durata complessiva dei lavori di 100 giorni. Gia' due settimane fa sono invece cominciati i lavori per la rotatoria tra la provinciale 72 "Monda" e la ex statale 310 "Del Bidente", che avranno una durata di 180 giorni e un importo contrattuale di euro 157.196 e complessivo dell'intervento da quadro economico di euro 239.500. 

Sono in corso le procedure di gara per altri tre cantieri che vedranno il via a settembre e ottobre. Uno e' quello dei lavori di ripristino strade provinciali 2018 comprensori forlivese e cesenate (per 717.626 euro) riguardanti la Sp1 "Villafranca", la Sp2 "di Cervia", la Sp3 "del Rabbi", la Sp4 "del Bidente", la Sp8 "Cesenatico", la Sp11 "Cagnona", la Sp33 "Gatteo", la Sp63 "Montilgallo", la Sp72 "Monda", la Sp75 "Monteleone", la Sp98 "Canale di Bonifica" e la Sp101 "San Demetrio".

Il secondo intervento riguarda la manutenzione delle strade provinciali del comprensorio di Cesena per 753.000 euro, dei quali 590.000 per lavori a base d'asta, riguardanti la Sp9 "Cesena-Sogliano", la Sp33 ter "Prolungamento Gatteo", la Sp46 "Martorano", la Sp67 "Pratieghi", la Sp70 "Ruffio", la Sp74 "Cesena-Sorrivoli", la Sp90 "Cesena-Gambettola", la Sp97 "Staggi", la Sp108 "Rigossa" e la Sp116 "Tessello".

Il terzo intervento deriva dall'accordo quadro per la manutenzione delle strade provinciali del comprensorio di Forli' per 985.000 euro, dei quali 766.500 per lavori a base d'asta, riguardanti la Sp3 "del Rabbi", la Sp4 "del Bidente", la Sp5 "Santa Croce", la Sp47 "Predappio-Rocca San Casciano", la Sp54 "Baccanello", la Sp57 "Lorenzo", la Sp60 "Forlimpopoli-Carpinello", la Sp81 "Trebbio-San Savino", la Sp102 "Giaggiolo-Pian di Spino", la Sp127 "Civorio-Spinello" e la Sp129 "Modigliana-Rocca San Casciano".

Sempre quest'anno verranno realizzati altri interventi per 200.000 euro sulla Sp142 "Mandrioli" col rifacimento di barriere di sicurezza, per 280.000 euro sulla SP4 "del Bidente" per un primo consolidamento del viadotto di San Colombano, per 132.000 euro sulla SP68 "Voltre" per consolidamenti, per 320.000 euro sulle SP4 "del Bidente" per allargamento della sede stradale in localita' Castagnolo e sulla SP51 "Diegaro" per il risanamento del piano viabile in localita' Diegaro, Settecrociari, Celletta, San Vittore.

Sono invece in fase di completamento gli interventi su strade provinciali facenti parte di itinerari aventi valenza turistica, per un importo complessivo di 500.000 euro, dei quali 354.454 per lavori da contratto, riguardanti la Sp7 "Cervese", la Sp11 "Sogliano", la Sp12 "Barbotto", la Sp30 "Sogliano-Siepi", la Sp39 "Cellaimo", la Sp53 "Mercato-Linaro", la Sp68 "Voltre", la Sp78 "San Matteo".

I lavori si aggiungono ad interventi minori per 150.000 euro circa che hanno riguardato la Sp33 "Gatteo", la Sp11 "Sogliano", la Sp65 "Cesena-Bertino" e la Sp126 "Predappio-Rocca delle Caminate-Meldola".

Coi 4 milioni in bilancio, sottolinea la Provincia, "non sara' possibile intervenire su tutti i 1.057 km della rete di competenza, ma si potranno comunque mettere in sicurezza i tratti di strada piu' ammalorati".