Tassazione locale, tris di agevolazioni deciso dall'amministrazione per i cittadini di Gatteo

Mercoledì 4 Aprile 2018 - Gatteo
Foto di repertorio

Irpef ridotta per le fasce più basse, Tasi rateizzata in tre tranche e sgravi Imu per chi affitta a canone concordato

Tre innovazioni fiscali a vantaggio dei cittadini di Gatteo: riduzione aliquote Irpef, rateizzazione Tari e agevolazioni Imu sono le tre novità introdotte dall'amministrazione comunale e ratificate con voto unanime nel consiglio comunale del 28 marzo. 

IRPEF

Novità principale, per l'imposta comunale sul reddito, è la riduzione dell'aliquota di contribuzione per le fasce di reddito medio basse. “Un impegno – spiega il sindaco Gianluca Vincenzi - che avevamo preso con i cittadini: dopo l'aumento obbligato nel 2013 per fare fronte alle criticità relative ai trasferimenti dallo Stato ci eravamo impegnati a riportare gradualmente le aliquote ai livelli originari. Ora non siamo ancora al completo ripristino dell'assetto precedente, ma, rispettando gli equilibri di bilancio, riusciamo a garantire una riduzione significativa introducendo, come concordato al tavolo con le organizzazioni sindacali, un'ulteriore progressività sui cinque scaglioni di contribuzione”.

Soglia di esenzione confermata quindi a diecimila euro, per poi vedere calare le aliquote dei tre scaglioni più bassi: 0,65 per cento per i redditi tra i 10 e i 15mila euro (-0,15 per cento rispetto all'anno scorso), aliquota allo 0,70 per cento per i redditi dai 15 ai 28mila euro (-0,10) e da 0,75 per i redditi dai 28 ai 55mila (- 0,05). Lievemente diversificate, infine, le aliquote dei due scaglioni più alti, che vanno rispettivamente a 0,79 e 0,80 per cento.

TARI

Riguarda invece le scadenze per il saldo della Tari la seconda novità approvata in consiglio: da quest'anno, per i cittadini di Gatteo, sarà possibile rateizzare ulteriormente il pagamento della tariffa sui rifiuti con tre diverse scadenze nell'arco dell'anno: 30 maggio, 30 agosto e 30 novembre, che vanno a sostituirsi ai precedenti termini del 30 giugno e 30 dicembre. “Una scelta - continua Vincenzi - operata con gli altri Comuni dell'Unione Rubicone e Mare per omogeneizzare quanto più possibile la situazione di cittadini e imprese, dando la possibilità di diluire la spesa con la medesima rateizzazione in tutto il territorio”.

IMU

Riguarda infine la aliquote Imu la terza innovazione approvata in consiglio: un fortissimo sgravio per coloro che scelgono di dare in locazione i propri immobili non a valori di mercato ma con canone concordato. Chi infatti sceglierà di affittare secondo gli standard economici calmierati concordati con le associazioni di categoria del settore pagherà, come Imu seconda casa, un'aliquota del solo 5 per mille, ben più bassa dell'10,6 dovuto da chi affitta a prezzi di mercato.