Trattiene oltre 15mila euro di giocate al lotto, sequestrati beni a 50enne di Sogliano al Rubicone

Martedì 30 Gennaio 2018 - Sogliano al Rubicone
I controlli della Guardia di Finanza hanno smascherato il 50enne di Sogliano al Rubicone

I finanzieri del Comando Provinciale di Forlì hanno eseguito il provvedimento del magistrato nei confronti del titolare di una rivendita, denunciato per peculato

Aveva trattenuto delle somme - per un totale di oltre 15 mila euro - relative alle giocate del lotto che avrebbe dovuto versare alla società concessionaria del servizio per conto della Agenzia delle Dogane e Monopoli. Per tale ragione un 50enne di Sogliano al Rubicone è stato denunciato in quanto ritenuto responsabile del reato di peculato e gli sono stati sequestrati beni per valore equivalente alle somme indebitamente trattenute.

Militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Forlì - come spiega un comunicato stampa delle Fiamme Gialle - hanno dato esecuzione al decreto di sequestro preventivo per equivalente emesso dal Gip del Tribunale di Forlì, Monica Galassi, su richiesta del Sostituto della Procura della Repubblica, Lucia Spirito.

Il provvedimento del magistrato è stato emesso al termine di indagini svolte dai finanzieri di Cesena nei confronti appunto di un cinquantenne, titolare di un’attività di rivendita con annessa ricevitoria del lotto a Sogliano al Rubicone. Al termine degli accertamenti - anche di natura bancaria - è emerso che l’indagato ha trattenuto per sé oltre 15 mila euro relativi alle giocate del lotto che avrebbe dovuto versare per conto della Agenzia delle Dogane e Monopoli.

Pertanto l'uomo - come detto - è stato denunciato per il reato di peculato ed è stata avanzata proposta di sequestro dei beni per valore equivalente alle somme indebitamente trattenute. L’Autorità giudiziaria, condividendo in pieno le risultanze delle investigazioni, ha emesso l’apposito decreto eseguito nei giorni scorsi dagli uomini delle Fiamme Gialle.