Turismo. Davide Cassani all'unanimità è il nuovo presidente di Apt Servizi Emilia-Romagna

Martedì 8 Maggio 2018
Davide Cassani, ex ciclista professionista e dal 2014 Ct della nazionale italiana maschile su strada

Nominato anche il nuovo Consiglio d'amministrazione, in cui entrano tra gli altri la riminese Patrizia Rinaldis e la cervese Monica Ciarapica

E' ufficiale: Davide Cassani è il nuovo presidente di Apt Servizi Emilia-Romagna. Nato a Faenza nel 1961, l'ex ciclista professionista, vincitore di due tappe al Giro d'Italia, oggi dirigente sportivo e dal 2014 Commissario tecnico della nazionale italiana maschile di ciclismo su strada e coordinatore di tutte le squadre nazionali, è stato eletto alla guida dell'ente di promozione turistica regionale dall'Assemblea dei soci di Apt, Regione e Unioncamere Emilia-Romagna, dopo che il suo nome è stato proposto dalla Regione.

Il via libera è arrivato all'unanimità, così come la nomina del nuovo Consiglio d'amministrazione, in cui entrano: il modenese Amedeo Faenza (presidente di Federalberghi Modena e membro del consiglio direttivo e della Giunta esecutiva di Federalberghi nazionale); la riminese Patrizia Rinaldis (presidente dell'Associazione albergatori di Rimini e membro del consiglio direttivo di Federalberghi nazionale e della Giunta di Federalberghi Emilia-Romagna); il bolognese Giovanni Trombetti (vice presidente Federalberghi Bologna) e la cervese Monica Ciarapica (membro della presidenza e della Giunta nazionale di Assohotel, e della presidenza e della Giunta di Confesercenti Emilia-Romagna).

"Accogliamo il nuovo presidente e il nuovo Consiglio d'amministrazione di Apt Servizi augurando loro un buon lavoro - affermano il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, e l'assessore regionale al Turismo, Andrea Corsini - siamo in presenza di una squadra di alto livello per continuare a dare ulteriore impulso allo sviluppo e alla promozione del territorio regionale, da Piacenza a Rimini, per un settore, il turismo, che rappresenta quasi il 12 per cento per Pil regionale ed è fra i motori della nostra economia, fra le prime in Italia per crescita e aumento dei posti di lavoro".

"Un'ottima squadra per un capitano, Davide Cassani - proseguono Bonaccini e Corsini - che come abbiamo detto al momento di proporne il nome sarà un ottimo ambasciatore dell'Emilia-Romagna, con un Cda nel quale trova conferma la collaborazione fra il pubblico e gli operatori privati, gli albergatori, che a partire dalla legge di riforma del turismo regionale sta dando risultati straordinari, con il record di 57 milioni di presenze nel 2017, 12 milioni in più negli ultimi tre anni, con un forte tasso di innovazione, con la cultura e gli eventi sportivi elemento di valorizzazione dei territori, il boom delle città d'arte e delle mete al di fuori dei circuiti tradizionali". "E un ringraziamento sentito - chiudono Bonaccini e Corsini - va alla presidente Liviana Zanetti e ai consiglieri uscenti per il prezioso lavoro svolto in questi anni e per l'impegno profuso in progetti che oggi stanno raccogliendo ottimi risultati".

Davide Cassani ha svolto attività agonistica in club professionistici dal 1982 al 1996, dimostrandosi poi un apprezzato commentatore televisivo delle gare ciclistiche per Rai Sport, fino alla nomina a Ct della nazionale da parte della Federazione ciclistica italiana. Da dirigente sportivo, si deve a lui l'impulso per il ritorno del Giro d'Italia Under 23 in Emilia-Romagna l'anno scorso, nel giugno 2017, quando qui si disputarono tre tappe, con la regione protagonista della 40esima edizione insieme a Marche e Abruzzo, per un tracciato che volle essere anche un segno di vicinanza e solidarietà ai territori colpiti negli ultimi anni da drammatici terremoti. Inoltre, sempre a lui si deve la nascita della Gran Fondo che porta il suo nome, considerata la classicissima d'apertura della stagione del ciclismo amatoriale, giunta quest'anno alla 24esima edizione e con una grande attenzione al ciclismo giovanile, con la categoria riservata ai giovanissimi. Una manifestazione che si svolge a Faenza e pensata anche nella logica dei grandi eventi sportivi come occasione di sviluppo e promozione turistica del territorio.