Unione Rubicone e Mare. Tutti i numeri dell'estate 2018 della Polizia locale in spiaggia

Venerdì 21 Settembre 2018 - Gatteo, Savignano sul Rubicone
Polizia locale in spiaggia

La possibilità di prorogare il pattugliamento della spiaggia ad opera della Polizia locale fino al 15 settembre, e non più solo fino a fine agosto, ha permesso alle forze dell'ordine dell'Unione Rubicone e Mare di estendere i controlli sulle spiagge di Gatteo Mare e Savignano Mare. "Il meteo molto favorevole ha fatto sì che l’arenile sia stato molto affollato e la necessaria richiesta di servizi di controllo ne è stata la naturale conseguenza". C’è soddisfazione nelle parole del sindaco di Gatteo Gianluca Vincenzi nel tirare le somme dell'attività di contrasto all'abusivismo commerciale – e più in generale di ogni situazione di insicurezza in spiaggia - implementata dalla Polizia locale dell’Unione Rubicone e Mare in questa estate 2018.


"Da sempre - prosegue Vincenzi - lavoriamo per garantire un prolungamento della stagione turistica: l'estensione del servizio va in questa direzione. Da maggio a settembre i nostri turisti devono poter trovare la massima tranquillità che possiamo offrire".

L'ufficio stampa Unione Rubicone e Mare ha comunicato quanto segue: un'attività serrata e capillare a Gatteo Mare e Savignano Mare che, a fine luglio, ha tratto ancora maggior impulso dalla notizia del finanziamento da 44mila euro assegnato al Comando Pm del Rubicone dal Ministero dell’Interno nell'ambito del progetto nazionale “Spiagge sicure”, ha permesso di potenziare le ore di servizio, acquistare una nuova auto per pattugliamenti in borghese e avviare fin da subito il sondaggio propedeutico alla realizzazione di una campagna informativa ad hoc da lanciare nella tarda primavera 2019. E proprio dal sondaggio, effettuato “sotto l’ombrellone” dagli intervistatori incaricati a un campione di quasi mille intervistati, sono arrivate le prime indicazioni: il commercio abusivo in spiaggia viene percepito come elemento di “non sicurezza”, non tale da allarmare ma comunque fonte di fastidio. Ben due intervistati su tre non prestano attenzione quando vengono approcciati da un venditore, e nemmeno “danno un’occhiata” alla merce, ritenuta “non sicura o di dubbia provenienza”. Sensibilizzare ulteriormente una platea di acquirenti, di per sé già in calo, potrebbe quindi assestare il colpo letale al fenomeno.

Promossa e auspicata, dagli intervistati, la presenza di agenti della Polizia locale in spiaggia, a patto che non venga percepita come “controllo invasivo”: la discrezione sembra comunque essere stata garantita dal momento che il 39 per cento degli intervistati “non ha avuto la sensazione che la spiaggia fosse presidiata” nonostante fossero complessivamente 18 le unità di personale impiegate (3 ispettori e 15 agenti) nelle otto ore di pattugliamento quotidiano in spiaggia (aggiuntive rispetto agli altri servizi in carico alla Pm). E si arriva così ai numeri di un monitoraggio costante che, seppur con discrezione, ha portato a oltre cento verbali per vendita abusiva, a cui si aggiungono 29 rinvenimenti di merce abbandonata. Tra gli oltre 6.500 articoli sequestrati la merceologia si conferma abbastanza “classica”: bigiotteria, abbigliamento, giocattoli e alimenti (cocco). Più diversificati i risultati dai controlli in negozi e bancarelle, che in sei casi hanno anche portato al deferimento all’Autorità Giudiziaria di altrettanti esercenti: anche in questo caso sono stati migliaia gli articoli rinvenuti, a cui si aggiunge la maxi operazione di inizio settembre che ha portato, insieme alla Pm di Rimini, al sequestro di oltre 1.200 giocattoli contraffatti.

Infine il traffico di stupefacenti: in spiaggia – seppur saltuariamente - c’è anche chi spaccia, tanto da incappare in due arresti in flagranza di reato e una denuncia a piede libero per detenzione a fine di spaccio. Completano il quadro delle attività in riviera 12 servizi mirati di prevenzione a furti nelle autovetture, 4 servizi di allontanamento di accampamenti di nomadi nell’immediato retroterra di Gatteo Mare, 2 denunce per somministrazione di alcolici a minorenni, 10 patenti ritirate per guida in stato di ebbrezza e 811 persone identificata e controllate. “Gli agenti ad alta specializzazione dell’Unità Antidegrado - concludono Filippo Giovannini presidente dell’Unione Rubicone e Mare e Piero Mussoni, che in Unione ha la delega alla Pm - hanno potuto così essere impiegati in 68 servizi mirati, specialmente in orari serali e notturni, finalizzati al miglioramento della sicurezza urbana: le ore aggiuntive di servizio per il pattugliamento quotidiano dell’arenile hanno infatti consentito all’intero Comando di avere maggiori energie da dedicare alle altre attività nei cinque Comuni che è chiamato a presidiare”.