Università. Il Ministero dà il via libera alla firma dell'accordo per completare il Campus di Cesena

Venerdì 20 Aprile 2018 - Cesena
Una proiezione al computer di come sarà l'area di Psicologia del Campus cesenate

Il primo lotto, relativo alle sedi di Ingegneria e Architettura, verrà consegnato a settembre 2018, con quasi un anno di anticipo rispetto alle previsioni; entro il 2021 saranno completati gli altri due

Il completamento del Campus di Cesena è più vicino. Il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (Miur) ha dato il via libera all’accordo di collaborazione con il Comune e l'Università di Bologna per la valorizzazione dell’insediamento universitario cesenate, nell’ambito del quale il progetto di concentrare all’ex zuccherificio tutte le sedi universitarie e i servizi ad esse collegati rappresenta il tassello più rilevante.



“Si tratta di un passaggio fondamentale, che attendavamo con impazienza - sottolineano il sindaco Paolo Lucchi ed il suo vice Carlo Battistini -. L’assenso del Ministero, infatti, era indispensabile perché l’accordo diventasse pienamente operativo. Ora che è arrivato, possiamo muoverci per attivare le procedure necessarie alla realizzazione di questo importante progetto, con il quale andremo a riorganizzare completamente gli insediamenti universitari nella nostra città, in una logica di riqualificazione urbana e valorizzazione del territorio. Per quanto riguarda l’impegno del Comune di Cesena, esso comprende la concessione del diritto di superficie delle aree necessarie alla realizzazione della nuova sede di Psicologia e una collaborazione all’attuazione dell’intervento, il cui costo totale stimato si aggira attorno ai 12 milioni di euro, con uno stanziamento complessivo di circa 7 milioni a carico del Comune, mentre all’Università spetterà il ruolo di progettazione esecutiva e direzione dei lavori. E abbiamo già individuato da dove attingere le risorse necessarie: è nostra intenzione, infatti, destinare a questo scopo l’avanzo di bilancio risultante dal rendiconto 2017, che sarà sottoposto all’esame del Consiglio comunale nella seduta del 26 aprile”.

"Questo accordo permetterà di completare l’ultimo tassello di un importante investimento che consentirà di fare un salto di qualità al nostro insediamento - dichiara il rettore Francesco Ubertini -. Infatti, mentre sono ormai in dirittura d’arrivo i lavori per il primo lotto, relativo alle sedi di Ingegneria e Architettura, che verrà consegnato a settembre 2018, con quasi un anno di anticipo rispetto alle previsioni, possiamo prevedere che entro il 2021 saranno completati gli altri due lotti, vale a dire quello dello studentato, i cui lavori inizieranno dopo l’estate, e quest’ultimo che con i suoi 6.000 metri quadrati ospiterà la sede di Psicologia".

Il futuro del Campus di Cesena
Il progetto del nuovo Campus cesenate prevede di ricondurre in un'unica area tutte le sedi universitarie (ad esclusione dei Corsi di Studio in Tecnologie Alimentari e Viticoltura ed Enologia, ospitati a Villa Almerici ed adiacenti alla sede del Tecnopolo Agroalimentare), per un’area complessiva di 32.000 metri quadrati ed un valore complessivo che si aggira attorno ai 50 milioni di euro.
Il primo lotto, per un’estensione di 19.534 metri quadrati e un investimento pari a 30 milioni di euro interamente finanziato dall’Ateneo, consiste nella realizzazione delle sedi di Architettura ed Ingegneria ed è oramai in dirittura d’arrivo: l’ingresso di studenti e docenti è previsto in concomitanza con l’avvio del prossimo anno accademico.
Gli interventi successivi riguarderanno lo Studentato e la sede di Psicologia. Lo Studentato è destinato ad ospitare 80 posti letto per studenti e offrirà una congrua collocazione per aule didattiche, spazi ricreativi e di servizio agli studenti; prevista anche una biblioteca comune ai vari corsi di laurea presenti, in modo da ottimizzare ed efficientare i vari servizi. Il plesso di Psicologia, invece ospiterà sia le attività didattiche, che quelle relative alla ricerca e ai dipartimenti.