Usura ai danni di un'imprenditrice, arrestato un 33enne a San Mauro Pascoli

Giovedì 21 Dicembre 2017 - Cesenatico, San Mauro Pascoli
Foto di repertorio

Aveva prestato 15mila euro fissando un tasso d'interesse del 20% al mese alla donna, che si è rivolta ai carabinieri dopo esser stata minacciata anche fisicamente. Scoperti altri sei casi

In difficoltà economiche aveva chiesto a quell'uomo - un 33enne moldavo con cittadinanza romena, domiciliato a Rimini e imprenditore del commercio di ghiaccio - un prestito di 15.000 euro che lui le ha concesso fissando però un tasso di intresse del 20% al mese. Protagonista della vicenda una imprenditrice di San Mauro Pascoli, che lo ha fatto arrestare con l'accusa di usura. 

Impossibilitata a restituire alla scadenza la cifra prestata e maggiorata degli interessi la donna si è rivolta ai Carabinieri di San Mauro Pascoli dopo essere stata minacciata, strattonata, presa per un braccio e per il collo dall'uomo.

In possesso del 33enne, i militari - come illustrato nel corso di una conferenza stampa svoltasi al Comando Compagnia Carabinieri di Cesenatico - hanno trovato 38.000 euro, verosimilmente frutto di una attività estorsiva e usuraia che andava avanti dal 2015 non solo verso l'imprenditrice sanmaurese ma anche nei confronti di altre sei persone, tutti imprenditori residenti nelle province di Forlì-Cesena e Rimini fino ai confini con le Marche.

In totale, su ordinanza della magistratura, gli agenti dell'Arma hanno sottoposto a sequestro preventivo e confisca 43.258 euro attinti dai conti correnti dell'indagato.