Via libera al nuovo ospedale di Cesena: dalla Regione in arrivo 100 milioni di euro

Venerdì 26 Gennaio 2018 - Cesena
L'attuale ospedale Bufalini di Cesena presenta limiti strutturali per fruibilità e accessibilità per pazienti e personale

Approvato dalla Giunta lo studio di pre-fattibilità: gli altri 56 milioni verranno stanziati dall'Azienda Usl della Romagna

In arrivo cento milioni di euro dalla Regione Emilia Romagna per il nuovo ospedale di Cesena. Una struttura in grado di rispondere alle moderne esigenze, organizzative e funzionali del sistema sanitario cittadino e della Romagna, che si preannuncia all'avanguardia per comfort e sicurezza: avra' stanze a 1-2 letti, parcheggi e un'agevole viabilita' d'accesso. Si sviluppera' in prossimita' del casello autostradale Cesena Sud su una superficie totale di 75mila metri quadrati. 

Il costo complessivo previsto per l'opera, spiega viale Aldo Moro, e' di circa 156 milioni di euro (al netto delle tecnologie e degli arredi). I primi 100 milioni arriveranno dalla Regione, che con una delibera ha approvato in Giunta lo studio di pre-fattibilita', mentre gli altri 56 milioni verranno stanziati dall'Azienda Usl della Romagna. La concezione del Nuovo Ospedale di Cesena, progettato per garantire ai cittadini un'assistenza sanitaria sempre piu' qualificata, e' improntata alla flessibilita', a partire dall'aspetto strutturale per arrivare a quello gestionale. Il complesso, quindi, sara' in grado di cambiare e adeguarsi alle esigenze che si presenteranno via via a livello terapeutico, tecnologico e organizzativo.

Una 'piastra' centrale dove concentrare le funzioni sanitarie generali, compresa l'area dell'emergenza/urgenza e i servizi per l'utenza esterna, a cui si collegano le torri per ospitare le degenze e gli ambulatori medici. Il tutto su una superficie complessiva di 75mila metri quadri. E' lo schema funzionale di base del futuro ospedale di Cesena. Si tratta di un complesso di strutture poco elevate in altezza, quindi di basso impatto ambientale, e molto flessibile: alla piastra centrale possono essere aggregate piu' torri, ognuna composta da un numero diverso di piani, a seconda delle necessita' variabili nel tempo. La zona centrale (circa 33mila metri quadrati di superficie) sara' articolata su due-tre piani: quello inferiore dedicato all'utenza esterna e quelli superiori all'emergenza urgenza.

La necessita' di realizzare un nuovo ospedale, aggiunge la Regione, e' legata alle criticita' strutturali dell'attuale 'Bufalini' che ne limitano la fruibilita' a livello sia di accessibilita' per i pazienti e per il personale ospedaliero, sia di disponibilita' di aree da dedicare alle nuove tecnologie diagnostiche e terapeutiche. Inoltre, la necessita' di adeguamento alle norme antisismiche in vigore comporterebbe ulteriori interventi, con inevitabili disagi per pazienti e personale sanitario. Motivi per cui si e' ritenuto opportuno costruire un ospedale ex novo.